Connettiti con noi

News

Sampdoria, Ranieri: «A mille all’ora con il Verona. Ci saranno rotazioni» – VIDEO

Federico Carrara

Pubblicato

su

Claudio Ranieri è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia di Verona Sampdoria. Ecco le parole del tecnico blucerchiato – VIDEO

Claudio Ranieri, allenatore della Sampdoria, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Verona.

LEGGI ANCHE – Verona-Sampdoria in streaming e diretta tv: dove vederla

NAPOLI – «Non bisogna pensare né alle vittorie né alle sconfitte, ma affrontare squadra dopo squadra. Credo che contro il Napoli sia stata una buonissima partita. Hanno trovato due gol, ma è difficile non concedere occasioni a una squadra come loro».

VERONA – «I ragazzi hanno giocato bene e adesso andiamo ad affrontare una squadra che è in gran forma, una squadra aggressiva e che non ti fa respirare, per cui dovremo essere molto pratici e rapidi. Io considero il Verona la sorpresa dell’anno scorso e la rivelazione di quest’anno».

JURIC – «Juric sta facendo un grande lavoro. È una squadra difficile da affrontare, perché gioca come l’Atalanta: uomo su uomo a tutto campo, non ti fa respirare, per cui i ragazzi sono stati avvisati, dovremo giocare a mille all’ora soprattutto mentalmente. La squadra sta bene, in un buon momento di condizione fisica».

SQUADRA – «A me sembra di fare il raffronto con l’anno scorso, quando la squadra giocava, lottava e al primo sussulto si prendeva gol. Se noi andiamo a vedere a mente fredda le partite del campionato, sono state più o meno le stesse: le palle gol le abbiamo concesse anche quando abbiamo vinto, con la differenza che gli avversari non ci hanno fatto gol».

LAVORO – «Dobbiamo insistere su quello che stiamo facendo, perché lo abbiamo fatto benissimo l’anno scorso e benino quest’anno. Ora ci stiamo ritrovando e sono convinto che ne usciremo fuori».

CANDREVA – «Durante il meeting ho parlato con Candreva, non l’ho convocato e adesso vediamo le scelte che farò, come sempre, la sera prima».

PREPARAZIONE – «Stiamo ricalcando la preparazione del lockdown, chi ha giocato ha fatto scarico e chi non ha giocato ha lavorato ieri e oggi ha fatto un po’ meno. Chi gioca di meno gli manca il ritmo, questo è normale, ma la squadra si allena bene, con grande entusiasmo e volontà. Giocando ogni tre giorni dovrò fare delle rotazioni mirate per maniere vivo il gruppo squadra».

Advertisement
Advertisement

Facebook

Advertisement