Serie A, Albertini risponde a Criscitiello: ecco la lettera

© foto www.imagephotoagency.it

Serie A, Albertini ha risposto con una lettera all’editoriale di Michele Criscitiello pubblicato su Tuttomercatoweb.com

Demetrio Albertini, capo del settore tecnico della Figc, è intervenuto con una lettera sull’editoriale riguardante Serie A e non solo pubblicato da Michele Criscitiello su tuttomercatoweb.com.

DISACCORDO – «Al di là dei giudizi politici contenuti nel pezzo che non condivido, ci tengo innanzitutto a precisare che il percorso formativo che un allenatore deve seguire è disciplinato e gestito dal Settore Tecnico della FIGC e non dall’AIAC (Associazione Italiana Allenatori Calcio), che invece è l’organo rappresentativo della categoria degli allenatori; i docenti chiamati a comporre la commissione d’esame di ogni corso sono per l’appunto docenti scelti dal Settore Tecnico, tra i quali anche il direttore della Scuola Allenatori, Renzo Ulivieri. Questo percorso formativo è svolto nella massima trasparenza: viene indetto un bando di partecipazione, pubblicato con un Comunicato Ufficiale sul nostro sito ufficiale, seguendo la regolamentazione dettata dalla UEFA a tutte le Federazioni europee; quindi vengono valutati i curricula dei candidati secondo una tabella di punteggi chiara per decretare gli ammessi al corso».

PIRLO – «Per quel che riguarda la situazione dell’allenatore della Juventus, Andrea Pirlo, ci tengo a chiarire che, utilizzando le tue stesse parole, non ha ricevuto “regali né sconti”: è stato ammesso insieme ad altri 24 colleghi al Corso UEFA Pro, quello che comunemente viene definito come ‘Master’, in data 22 agosto 2019; ha seguito le lezioni e gli stage formativi nel corso di questi 10 mesi e ben prima di essere stato scelto dalla Juventus come allenatore per questa stagione; il Master si è chiuso a fine giugno 2020 e gli esami si sono svolti appunto durante la scorsa settimana».