Serie A, test molecolare prima delle partita: l’ultima idea

Serie A
© foto www.imagephotoagency.it

La Serie A si prepara alla ripartenza e studia le strategie adatte per evitare problemi. Via ai test molecolari prima di ogni partita

La FIGC aspetta la certificazione per iscritto da parte del Cts riguardo ai comportamenti che il gruppo squadra dovrà tenere se al suo interno sarà individuato un positivo, ma in via Allegri sono ormai sicuri di aver abbattuto l’ostacolo della quarantena prima dell’inizio del campionato di Serie A. Il protocollo sanitario prevede tamponi ogni 4 giorni e test sierologici ogni 15 e sotto questo aspetto sarà pretesa la massima puntualità, come sottolineato dal Corriere dello Sport.

In settimana la Lega Calcio procederà ad indicare il nome dell’ente terzo che dovrà eseguire i test molecolari a tutte le formazioni di A e B. Il controllo può essere portato a termine in poche ore con appositi macchinari validati dal Governo. In corso di valutazione i test molecolari sulla saliva che sono meno invasivi rispetto a quelli nasali e faringei. In caso di positività all’interno del gruppo squadra, i tamponi verranno effettuati ogni due giorni, ai quali si aggiungerà il test molecolare rapido la mattina del match.