30 Anni e non sentirli: 1987, tre schiaffi alla Roma

30 anni e non sentirli
© foto www.imagephotoagency.it

Torna “30 Anni e non sentirli” la rubrica che, in parallelo con il campionato in corso, vi racconta il cammino della Sampdoria fino allo scudetto: eravamo rimasti alla penultima giornata del 1986/1987, i blucerchiati in trasferta a Roma

Prima di concentrarci sulla partita che la Sampdoria di Giampaolo dovrà giocare contro un avversario da non sottovalutare come è il Crotone, con “30 Anni e non sentirli” torniamo al campionato 1986/1987. Avevamo lasciato i ragazzi di Boskov al match, perso per 2-1, in trasferta contro la Juventus. Questa sconfitta ha determinato l’interruzione della striscia positiva che andava avanti dall’inizio del girone di ritorno dove i blucerchiati avevano subito una sola batosta contro l’Atalanta. La partita contro la Juventus è giocata male, come afferma lo stesso Boskov al termine del match, ma quella in trasferta contro la Roma di Sormani è un vero gioiellino. La squadra di casa si schiera con Tancredi, tra i pali, Oddi, Gerolin, Boniek, Nela, Righetti, Desideri, Giannini, Baldieri, Ancelotti e Di Carlo; Boskov ripropone l’undici visto in azione contro la squadra bianconera: Bistazzoni in porta, Briegel, Mannini, Fusi, Vierchowod, Pellegrini, Pari, Cerezo, Salsano, Mancini e Vialli. Questa partita è fondamentale per inseguire il sogno Uefa, i blucerchiati non possono cedere il passo e devono restare attaccati alle altre squadre. Servono i due punti della vittoria, ma anche la Roma è focalizzata sul raggiungere il quinto posto.

TRE SCHIAFFI PER CONTINUARE A SOGNARE – La squadra di casa, fin dai primi minuti di gioco, appare però appannata rispetto agli intenti bellicosi dichiarati. Il portiere Tancredi, intorno al ventesimo minuto di gioco, è costretto a parare il colpo di testa del compagno di squadra Giannini che sarebbe carambolato in porta. Sugli sviluppi del calcio d’angolo, due minuti dopo, arriva la prima rete blucerchiata: è lo Zar Vierchowod che, di testa, insacca il pallone in rete. Sul finale del primo tempo la Roma si fa più pericolosa, cercando una reazione che la porti al pareggio ma il tiro di Baldieri finisce tra le braccia sicure di Bistazzoni. Con l’allungarsi della squadra giallorossa si apre la possibilità per i ragazzi di Boskov di sfruttare le ripartenze: Vialli, s’invola sulla fascia, scaglia il pallone e se non fosse per l’impatto sulla schiena di Nela avrebbe terminato il suo volo in rete. Il primo tempo si fa interessante proprio per le continue ripartenze, Gerolin si fa parare un tiro da Bistazzoni e sul contropiede è la squadra blucerchiata ad approfittarne: Mancini crossa per Vialli che batte Tancredi. Al ritorno sul campo non cambia la musica e la squadra di Boskov confeziona la terza ed ultima rete della partita: cross di Salsano e rete di Vialli, che mette a segno quindi la sua prima doppietta nel girone di ritorno e arriva a quota undici gol in questo campionato. Con questa vittoria la Sampdoria si proietta ad un punto dalla squadra rossonera, salda in quinta posizione: Napoli, scudetto, a 41 punti; Juventus a 37 a pari con l’Inter, Verona a 35, Milan a 34 e poi la Sampdoria a 33 punti. Tutto si giocherà nell’ultima gara contro il Torino a Genova, partita che la Sampdoria deve assolutamente vincere se vuole sperare nell’aggancio alla zona Uefa. Ma questa è un’altra storia e la si dovrà raccontare un’altra volta.

Partita precedente: Juventus-Sampdoria
Partita successiva: Sampdoria-Torino

Articolo precedente
Muriel sampdoriaA tutto Muriel: balletti e risate tra passato e presente – VIDEO
Prossimo articolo
calciomercato sampdoriaCalciomercato Sampdoria, “Ferraris“ inglese per due blucerchiati