Connettiti con noi

Avversari

Albrigi avverte il Torino: «La Sampdoria avrà voglia di conquista»

Pubblicato

su

Enrico Albrigi, ex calciatore del Torino, ha analizzato le prossime due sfide dei granata contro Entella e Sampdoria

Raggiunto dai microfoni di TorinoGranata.it, l’ex calciatore, Enrico Albrigi, ha analizzato le prossime sfide del Torino tra le quali il match di campionato contro la Sampdoria.

SAMPDORIA«Certo e lunedì si affronta la Sampdoria che ha giocatori che sono arrabbiati perché arrivano dalle due sconfitte con Cagliari e Bologna e avranno grande voglia di conquistare qualche cosa. Se il Torino pareggerà con i blucerchiati loro intanto vanno a undici, mentre noi con sei rimaniamo sempre in fondo. Troppi punti sono stati buttati via. Non si tratta di gioco o di altro quando di va in vantaggio magari anche di due gol e poi alla fine si perde, in questi casi il risultato lo si deve portare a casa punto e basta. Per quel che mi ricordo ai miei tempi in questi casi si vinceva o almeno si faceva un punto».

SFIDE FONDAMENTALI – «Fondamentali sì, ma non credo per il futuro di Giampaolo. Non credo che si possa dire che la squadra non ha recepito il gioco del nuovo allenatore, mi viene da sorridere quando sento queste cose. Sono giocatori professionisti che giocano in A che si giochi con il 3-5-2, con il 4-4-2, con il 4-3-3 o il 4-3-1-2  che cosa cambia? Ormai i giocatori tutti i giorni si allenano e magari anche con doppie sedute non possono non capire che cosa vuole l’allenatore. Mettendo da parte la Coppa Italia, come ho detto il Torino vincerà passando il turno, sarebbe importante vincere con la Sampdoria lunedì perché poi c’è il derby con la Juventus e possiamo buttare in aria la monetina e sperare che ci vada bene e nel caso sarà stato un miracolo».