Dal Sellero allo Swansea: col Verona il test più utile

© foto www.imagephotoagency.it

Sono finite le amichevoli, adesso si fa sul serio: il bilancio del pre-campionato della Sampdoria in vista della prossima stagione

Sono finite le amichevoli in programma per la Sampdoria. I blucerchiati hanno iniziato a mettersi alla prova contro il Sellero Novelle e hanno terminato il loro ciclo di partite estive contro lo Swansea. In mezzo altre quattro gare, di livello differente ma di comune importanza. Le prime tre sfide sono state in discesa: può accadere un passo falso, come è avvenuto nella passata stagione, tuttavia si palesano tendenzialmente un’occasione privilegiata per testare i primi dettami tattici e perfezionare l’intesa tra i reparti. Dopo i bresciani, Feralpisalò e Cremonese si sono rivelati impegni più complessi, dove il risultato non è scontato e qualche meccanismo può saltare. Qualcosa è cambiato nel corso della tournée britannica, la formazione doriana ha mostrato due volti: attenta, precisa e convincente contro il Manchester United, tanto da meritarsi i complimenti di Mourinho; distratta, confusionaria, disorganizzata con i gallesi di Clement. Cosa trarre da queste due amichevoli? Sicuramente una dose di esperienza in più che la squadra ha maturato, ma per il resto non sono queste le partite chiave. La partita fondamentale, tralasciata volutamente per il finale, è stata quella contro l’Hellas Verona.

I motivi per cui va considerato il test più utile sono essenzialmente tre: avversario da Serie A, formazione tipo e condizioni di gioco. I gialloblù saranno presto un ostacolo sul cammino dei blucerchiati e sicuramente si rinforzeranno nel tempo. È l’avversario più vicino per caratteristiche alla categoria delle medio-basse, assolutamente da battere per non essere inglobata nel vortice della retrocessione: per questo motivo, l’amichevole di Trento è stata buona consigliera. Il tecnico Giampaolo, inoltre, ha schierato in campo quello che potrebbe essere l’undici titolare per la prossima stagione. Con qualche accorgimento dovuto agli innesti di mercato, si potrebbe avere la formazione migliore possibile: Murru al posto di Pavlovic, Ramirez o Praet sulla trequarti, uno tra Linetty e Verre accanto a Torreira con Barreto. Infine, le condizioni di gioco: squadre contratte, molto gioco a centrocampo, tanti contrasti tipici della Serie A. La sconfitta è arrivata per un errore della difesa che ha favorito l’Hellas Verona, una situazione che può facilmente verificarsi. I maggiori indizi arrivano da lì, per capire cosa migliorare in vista del Benevento.

Articolo precedente
luan gremioLuan-Samp, non è chiusa: «Abbiamo fatto una controproposta»
Prossimo articolo
Sampdoria FoggiaCoppa Italia, si comincia: sarà Sampdoria-Foggia