Apertura stadi Serie A, i club non ancora convinti: il motivo

Coronavirus Serie A stadio luigi ferraris sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Apertura stadi in Serie A, i club temono sulla distanza interpersonale. Ancora diversi fattori su cui il CTS deve lavorare a riguardo

Nella serata di ieri Spadafora ha rilasciato delle dichiarazioni sulla possibile apertura degli stadi in Serie A. Misure su cui è al lavoro il Comitato tecnico scientifico e che si concentreranno sui controlli (ingressi scaglionati, verifica della temperatura corporea e uso delle mascherine), ove possibile sull’automatizzazione delle porte per evitare il più possibile il contatto con le superfici e, soprattutto, sul distanziamento interpersonale.

I club però temono che la distanza interpersonale di un metro si traduca in una capienza degli impianti del 50%, considerata svantaggiosa. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.