L’Arezzo tuona: «Sampdoria, la collaborazione è finita»

Sampdoria Arezzo
© foto www.imagephotoagency.it

È già finita la collaborazione tecnico-societaria tra Sampdoria e Arezzo: sono tre i giovani in prestito in Toscana, ma alla guida della squadra non c’è più Bellucci

È naufragata la sinergia, creata in sede di calciomercato, tra Sampdoria e Arezzo. Le due società hanno chiuso in estate i trasferimenti in prestito di Atila Varga, Roberto Criscuolo e Antonio Di Nardo, capitanati sulla panchina da Claudio Bellucci. Il pessimo avvio di campionato, a cui si somma l’uscita dalla Coppa Italia di categoria, ha spinto tuttavia la dirigenza a cambiare in corsa la guida tecnica, esonerando anzitempo l’ex allenatore dell’Under 17 blucerchiata. Ora i giovani riscontreranno maggiore fatica a poter ritagliarsi un po’ di spazio, rischiando dunque di essere vittime di una collaborazione errata. E le parole del direttore generale Andrea Riccioli non sono per nulla rassicuranti: «È iniziata come collaborazione tecnico-societaria, poteva essere un qualcosa di buono che avrebbe potuto incrementare la forza della società, ma non si è concretizzata. E ci tengo a precisare che mister Bellucci era pagato dall’Arezzo e non dalla Sampdoria».