Connettiti con noi

News

Arresto Ferrero, decade il CdA: cosa succede alla Sampdoria

Pubblicato

su

Con l’arresto di Massimo Ferrero e le dimissioni anche l’intero CdA della Sampdoria decadrà: chi gestirà il club e cosa succederà

Massimo Ferrero ha rassegnato le sue dimissioni, lo ha comunicato la Sampdoria tramite una nota ufficiale. Queste diverranno effettive solo oggi quando il suo legale, l’avvocato Tenga, lo incontrerà a San Vittore per fargliele firmare. Il passo successivo sarà la comunicazione alla FIGC e in Lega Calcio. A quel punto Ferrero non avrà più niente a che fare con la Sampdoria.

Per la regola simul stabunt, simul cadent, voluta da Gianluca Vidal, tutto il CdA della Sampdoria decadrà. Stessa dinamica di quando a dimettersi, per breve tempo, fu Fiorentino. L’iter prevede che il commercialista di Ferrero, trustee della Sampdoria all’interno del Trust Rosan, nominerà un nuovo amministratore per la SportSpettacolo, controllate, e a sua volta questo nominerà il nuovo CdA. I nomi dovrebbero essere gli stessi degli attuali componenti: Vidal, Castanini, Profiti e Fiorentino. Potrebbe fare il suo ingresso Panconi o rimanere consulente esterno. Il CdA così riformato andrà a nominare il proprio presidente.