Assist e occasioni da gol: la Sampdoria deve concretizzare di più

esutanza sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Obiettivo del 2017: concretizzare di più. La squadra blucerchiati porta tante volte gli uomini davanti alla porta ma alla fase realizzati spesso non segue la concretizzazione in porta. Pochi assist concretizzati

La Sampdoria ha grande margine di miglioramento, soprattutto in luce del fatto che tanti dei suoi ragazzi sono nel fiore degli anni e hanno ancora tanta strada da fare per arrivare ad una vera e propria maturazione calcistica. Guardando ai dati generali di queste prime diciotto gare disputate dai ragazzi di Giampaolo ci sono alcuni dati che, se messi sotto la lente di ingrandimento, posso dirci molto di come la Sampdoria dovrà muoversi per fare sempre meglio. Parola d’ordine: concretizzare.
OCCASIONI DA GOL – Sulle occasioni da gol c’è poco da dire: Fabio Quagliarella, per distacco, è il giocatore che c’ha provato di più a mettere la sfera nel sacco. Peccato che poi sulle 37 occasioni solo quattro siano effettivamente andate a gonfiare la rete. Con quarantaquattro tiri totali è però solo il secondo giocatore che in queste prime diciotto gare del 2016/2017 ha provato a trovare la via del gol. Luis Muriel ha fatto meglio: 48 tiri verso la porta, 33 occasioni da gol e sei realizzazioni. Se dovessimo fare una classifica al terzo posto, con un distacco netto, si piazza Bruno Fernandes con 21 tiri, 15 occasioni da gol e solo tre reti realizzate. Ovviamente, come già raccontato più volte, il migliore realizzatore, quello che riduce a uno il gap tra tiri verso lo specchio, occasioni da gol e reti realizzati è Schik: nove tiri totali, otto occasioni da gol, quattro reti realizzate.
ASSIST, DATO DA MIGLIORARE – La Sampdoria può e deve migliorare per quanto riguarda gli assist: non conta provarci, bisogna mettere i compagni in condizione di segnare. Molte squadre, battendo i corner all’antica (palla nel mucchio, non corner corto) riescono a dare più occasioni alla squadra di metterla in rete. Vuoi per la mancanza di giocatori bravi di testa (anche se le lunghe leve di Schick anche qui potrebbero fare la differenza) vuoi per questa volontà di mettere in pratica degli schemi, da corner il gol è arrivato veramente in poche occasioni. Vediamo il compunto degli assist: Muriel ci prova ben undici volte, peccato che solo un assist porti al gol; segue Fabio Quagliarella che ci prova tre volte e due delle quali si prende il bonus al Fantacalcio. Chi fa meglio è Linetty, dei quattro tentativi due si trasformano in passaggi vincenti per i compagni, ma il migliore in assoluto è Vasco Regini dei sei assist tre diventano passaggi fondamentali per il gol.