Atalanta, Gasperini: «Napoli campanello d’allarme in vista della Sampdoria»

gasperini atalanta
© foto www.imagephotoagency.it

Gasperini, allenatore dell’Atalanta, ha parlato al termine del match perso contro il Napoli: alla prossima c’è la Sampdoria

Gian Piero Gasperini, allenatore dell’Atalanta, ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine del match perso contro il Napoli. Alla prossima in Serie A c’è la Sampdoria.

LEGGI ANCHE – Serie A 2020/21: il calendario della Sampdoria

NAPOLI – «C’è poco da spiegare. Il Napoli ha fatto un primo tempo di alto livello, noi di basso livello. Noi dobbiamo pensare a quello che non siamo riusciti a fare, alla nostra prestazione. Interpretarla come un campanello d’allarme per le prossime partite già a partire da mercoledì che troveremo una squadra di grande intensità. Oggi veramente sottotono».

SCUDETTO – «Non ho mai detto che lottiamo per lo scudetto, ho sempre detto che dobbiamo giocare e vedere strada facendo quello che possiamo fare. L’anno scorso eravamo il primo attacco e la quinta difesa e siamo arrivati terzi. Ci sono partite come oggi dove incontri attaccanti molto forti e se riesci a reggere magari crei i presupposti per vincere. Se ti deprimi allora comprometti la gara. Sono tutte partite un po’ diverse e vanno interpretate per quello che sono. I problemi di oggi sono globali per una prestazione così bassa rispetto al Napoli».

ERRORI – «Abbiamo avuto problemi a centrocampo, siamo andati in difficoltà su ogni palla lunga. Globalmente è andata male, sarebbe riduttivo indicare una sola situazione. Dietro abbiamo sofferto, certo, ma anche per difficoltà in altri reparti. Sotto tutti gli aspetti siamo stati sottotono, tecnici, tattici e atletici. Abbiamo sofferto. Abbiamo preso gol brutti e evitabili, in pochi minuti. Questo ha compromesso la gara. Sono tutti aspetti che vanno valutati, dobbiamo imparare e riprenderci».

ILICIC – «Sta bene. Con una squadra che lo supporta può diventare il giocatore di prima».