Atalanta-Sampdoria, le pagelle: luce Gabbiadini, buio Murru

© foto www.imagephotoagency.it

Atalanta-Sampdoria, le pagelle del match: decisiva l’indecisione di Murru, poi prevale la qualità orobica. Gabbiadini il migliore

Audero 6 – Attento quando chiamato in causa, non può davvero nulla sui gol subiti, specialmente nel bolide precisissimo di Muriel.

Bereszynski 5.5 – Gara onesta, la sua, fino a quando in condivisione con Murru non si perde in maniera decisiva Toloi per quello che è il gol che indirizza la partita verso il successo dell’Atalanta.

Yoshida 6 – Alterna ottime chiusure a giocate imprecise. Doveroso rimarcare che ha lottato con le unghie e con i denti con Zapata, uno degli attaccanti più fastidiosi nell’intero panorama europeo.

Colley 6.5 – Match solido del roccioso difensore centrale che è consapevole di avere a disposizione un fisico possente e di certo non ha paura di metterlo al servizio della retroguardia.

Murru 5.5 – Partita ordinata quella del terzino che tuttavia ha sul groppone gran parte delle colpe per il primo gol subito, in cui si perde la marcatura di Toloi. (Dall’82’ Augello s.v – Entra nel momento più difficile della gara).

Depaoli 6.5 – Mette un cuore immenso all’interno dei 90 minuti, macinando chilometri su chilometri. Tradito nelle ultime battute dalla stanchezza, non gli si può davvero imputare nulla.

Ekdal 6 – Gara più di quantità che di qualità per lo svedese che fa legna in mezzo al campo, fino a quando la condizione fisica lo assiste. (Dall’82 La Gumina s.v. – Mossa disperata di Ranieri che non paga come sperato).

Thorsby 6 – Legna in mezzo al campo. Rimedia un giallo per la troppa foga ma i suoi sono 90 minuti più che generosi.

Linetty 6.5 – Il migliore in mediana, seguendo la scia della doppietta contro la Spal. Si va vedere in avanti spesso e volentieri ma stavolta ha poche chance per colpire.

Jankto 6.5 – Coniuga al meglio la fase difensiva richiesta da Ranieri con delle sortite offensive di qualità non indifferente.

Gabbiadini 6.5 – È il migliore dei suoi, sin dal primo momento di gara. Pronti via lancia Murru, poi va vicino al gol con un bolide da fuori. Prezioso nella manovra offensiva e nel far salire costantemente la squadra. (Dall’82 Ramirez s.v. – Poco tempo per cambiare le sorti della gara).