Connettiti con noi

Hanno Detto

Augello: «La cessione non ci condiziona. Giampaolo? È stato difficile»

Pubblicato

su

Tommaso Augello, terzino della Sampdoria, ha fatto il punto sulla stagione appena conclusa e su quella che sta per iniziare

Tommaso Augello, terzino della Sampdoria, ha fatto il punto sulla stagione appena conclusa e su quella che sta per iniziare. Le sue parole a Tuttosport.

RIPARTENZA«Ripartiamo carichi, riposati e motivati per iniziare una bella stagione. Sarà un po’ diversa perché si inizia prima, poi ci sarà la sosta per il Mondiale e quindi si riprenderà. Ma non ci mancano le motivazioni».

CAMPIONATO DELUDENTE«È vero. Ci siamo trovati in difficoltà, abbiamo avuto problemi sin dall’inizio della stagione che non pensavamo di dover affrontare. Poi quando ti trovi in quelle situazioni non è facile uscirne. Alla fine siamo riusciti a salvarci. Ora l’obiettivo sarà quello di soffrire meno rispetto alla scorsa stagione. Vogliamo fare un campionato dignitoso».

DERBY SALVEZZA«La cosa più importante per noi era conquistare la salvezza al di là del derby. Certo per i tifosi è stato un doppio godimento. La retrocessione del Genoa li ha esaltati, li ha resi felici. Chissà forse in questo modo i nostri tifosi sono anche riusciti a cancellare l’annata non positiva che abbiamo fatto come squadra».

GIAMPAOLO«All’inizio non è stato facile. Arrivavo da un periodo lunghissimo in cui avevo sempre giocato titolare. È stato difficile per me tornare in panchina. Però ho sempre continuato a lavorare, anzi ho lavorato più di prima per capire quello che mi chiedeva il mister. Sono contento poi di aver ripagato la fiducia in campo».

RITIRO«Conoscere già l’allenatore che ho avuto nella scorsa stagione è sicuramente un vantaggio. Mi ricordo che con Ranieri nel secondo anno facemmo una grandissima stagione. Mi auguro che le cose possano ripetersi».

RANIERI«Mi capita di sentirlo ogni tanto. Lo reputo una persona straordinaria al di là del calcio. Ranieri è un allenatore incredibile. Se tutti quelli che lo hanno avuto gli vogliono bene evidentemente un motivo c’è».

ROSA«Penso sia sempre un vantaggio cambiare il meno possibile. Credo che questa sia una rosa all’altezza del campionato. Credo sia più forte di quello che la gente pensa».

DAMSGAARD E GABBIADINI«Damsgaard con Ranieri aveva fatto vedere le cose migliori. Lui sarà il vero nuovo acquisto della Sampdoria. Manolo ha fatto un campionato incredibile, continuava a segnare e poi si è fermato per un infortunio che ha condizionato anche la squadra».

STUDIO«Diciamo che quest’anno non sono riuscito a dare alcun esame. È un fatto di testa, sono molto impegnato sul calcio da quando gioco in serie A. Sono iscritto a Scienze Sociali per la Globalizzazione a Milano e mi mancano cinque esami. Ci sono altri giocatori che sono iscritti all’università on line. Ognuno ha i suoi obiettivi. Sicuramente tra i miei c’è anche quello di laurearmi».

CESSIONE«Cose che non ci hanno mai influenzato. Noi siamo tranquilli. C’è un presidente, ci sono i dirigenti, c’è l’allenatore. Tutti ci hanno sempre detto di stare tranquilli. Pensiamo solo al campo».

Sampdoria News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 44 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a U.C. Sampdoria S.p.A. Il marchio Sampdoria è di esclusiva proprietà di U.C. Sampdoria S.p.A.