B. Fernandes: «Non importa il ruolo, mi basta poter stare in campo»

bogliasco
© foto www.imagephotoagency.it

Secondo gol consecutivo dopo quello di Cagliari, ma stavolta vale un punto, quasi quanto quello in terra sarda. Bruno Fernandes si presenta ai microfoni della stampa presente in zona mista dopo la gara col Palermo per commentare il momento non molto felice del Doria, che trova il primo pareggio in campionato dopo le sconfitte con Roma, Milan, Bologna e Cagliari.

«Un gol importante per la squadra: rimane l’amaro in bocca perché ci abbiamo provato molto e soprattutto abbiamo creato moltissimo gioco. Sono cose che succedono e quindi sapevo cosa fare con la palla: l’ho impattata bene e sono felice per il gol. Sono a disposizione del mister, è chiaro: tutti vogliamo giocare e trovare minutaggio il più possibile, soprattutto noi che stiamo giocando poco. Sono entrato, stavolta, e ho fatto gol, così come la scorsa settimana: se posso giocare e segnare, per aiutare la squadra, tanto meglio. Avere tanti giovani non è un problema, in questa squadra, e abbiamo tutti voglia di mostrare il nostro valore: poi siamo abbastanza aiutati dall’avere un mix perfetto di esperienza e giovani. Ci stiamo allenando bene e questo è il nostro modo di giocare, quindi continuiamo così e via».

«A me basta essere in campo, non ho un ruolo preferito: mezzala o trequartista per me fa lo stesso, voglio aiutare la squadra e basta. La rovesciata? Ci sono riuscito col Napoli l’anno scorso, ma è stata una rete fortunata, stavolta ci ho provato e non ho sentito Regini che mi ha chiamato. Ci ho provato, ma all’impatto non è andata bene. I miei compagni erano chiaramente contenti, era il gioco del pareggio dopotutto. Dedico la rete a mia moglie, visto che aspettiamo un bambino adesso».

Articolo precedente
B. Fernandes: «Periodo difficile, ma siamo sereni. Il Palermo si è difeso bene»
Prossimo articolo
Giampaolo: «Perdere sarebbe stata un’altra ingiustizia. Grandissimo pubblico»