Boudebouz, l’algerino che incanta Montpellier

Boudebouz
© foto © Getty

Ryad Boudebouz ha giocato per diverse squadre della Ligue 1, senza però trovare mai dimora fissa: è lui il pezzo giusto per Giampaolo?

Continua la caccia della Sampdoria al trequartista: il “10” è un pezzo importante del puzzle di Marco Giampaolo e il 4-3-1-2 non può fare a meno di un interprete adeguato in quel ruolo. In queste ultime ore, è uscita la suggestione riguardante un talento della Ligue 1 che così bene ha fatto nell’ultima stagione. Montpellier non è una piazza rinomata in Francia, ma è sempre un ambiente che ha portato a casa un titolo nel 2012 e che ha prodotto diversi buoni giocatori. Il nostro protagonista non è diverso in questo senso. Nato a Colmar da genitori algerini, Ryad Boudebouz è uno dei tanti prodotti dell’eredità coloniale francese. Cresciuto nella squadra cittadina, il fantasista è poi passato in tenera età al Sochaux, dove ha passato – tra prima squadra e giovanili – ben un decennio. La squadra fondata dalla Peugeot militava in Ligue 1 e gli ha dato la possibilità di esordire da professionista, nonché spazio e minuti. Tutto finché il Sochaux non ha rischiato la discesa in Ligue 2 e allora Boudebouz si è trovato un’altra collocazione, in Corsica: il biennio al Bastia – dov’è arrivato per un milione di euro – è stata una parentesi, fino all’ultimo passaggio, quello al Montpellier dell’estate 2015.

Se la prima stagione è stata simile alle altre della sua carriera, il 2016-17 è stata quella decisiva per rimetterlo sulla mappa del calcio francese: ben 11 gol e 9 assist. Boudebouz può contare anche 25 presenze con la nazionale algerina: ha giocato i Mondiali del 2010, poi Halilhodzic l’ha estromesso dal giro, nel quale è tornato solo ultimamente. Il contratto con il Montpellier lega Boudebouz al club fino al giugno 2019, ma c’è soprattutto una domanda tattica da farsi. L’algerino è effettivamente un trequartista, ma sembra dare il meglio quando può rientrare da destra per usare il suo temibile mancino (in questo fondamentale, ricorda molto il suo connazionale più famoso, Riyad Mahrez). C’è da chiedersi quindi se sia proprio Boudebouz il profilo migliore per il 4-3-1-2: tecnicamente è un giocatore indiscutibile, che ha accumulato minuti, esperienza e tante gare sulle proprie spalle (300 gare di Ligue 1 a 27 anni non sono proprio poche). Ma tatticamente sarebbe il pezzo giusto per Giampaolo? Anche la richiesta del Montpellier – 10 milioni per un classe ’90 – sembra un po’ frenare la trattative. Vedremo se l’algerino sarà il nuovo “10” che la Sampdoria sta tanto cercando.

Articolo precedente
dodô sampdoriaDodô verso l’addio: interessa al Bordeaux
Prossimo articolo
murielMuriel finanzia Vietto: la Sampdoria prepara il colpo