Correa offerto all’Inter

Correa Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex-Sampdoria Joaquin Correa, sempre meno protagonista nel Siviglia, sarebbe stato offerto all’Inter per il mercato di gennaio: ecco la risposta dei nerazzurri

Quando, nel gennaio 2015, la Sampdoria prelevò dall’Estudiantes Joaquin Correa, la notizia destò immediatamente curiosità fra i tifosi. La Samp, specie negli ultimi anni, non aveva pescato spesso in Sudamerica e anzi, se lo aveva fatto, lo aveva fatto male: chi non ricorda Mati Rodriguez, acquistato per una cifra importante e praticamente abbonato per tutta la sua esperienza in blucerchiato alla panchina, se non alla tribuna? Il fatto che però Correa fosse un trequartista giovane e tecnico, e che soprattutto garantisse per lui il presidente dei biancorossi, Juan Sebastian Veron, stuzzicava molto il palato dei tifosi, ansiosi di poter ammirare un talento cristallino vestire la maglia blucerchiata. Le cose, però, non sono andate esattamente bene: il periodo di inserimento del Tucu, sotto la gestione Mihajlovic, è durato praticamente tutta la seconda parte di stagione. L’anno successivo, sotto la doppia gestione Zenga – Montella, Correa ha avuto maggiori possibilità di mettersi in mostra, segnando anche tre goal consecutivi – contro Carpi, Napoli e Bologna – che avevano fatto gridare all’esplosione del giovane talento.

IL SIVIGLIA ALL’IMPROVVISO – Poi questa estate, come un fulmine a ciel sereno, la notizia della cessione del numero 10 al Siviglia. La cifra è importante, 13 milioni più 5 di eventuali bonus sono molti in rapporto alle prestazioni altalenanti offerte dal classe ’94 in un anno e mezzo di Samp. Così, El Tucu fa le valigie per l’Andalusia, dove spera di poter fare il definitivo salto di qualità in Europa, giocando anche in una vetrina importante come quella della Champions League. Complice però la grandissima concorrenza in attacco, anche fra le fila biancorosse il ragazzo non riesce a brillare: Nasri, Ganso e Vasquez costringono Correa ad una perenne panchina o, tutt’al più, a spezzoni risicati nei quali trovare gloria è difficile. Così Correa scivola in basso nelle gerarchie di Sampaoli, vedendo il campo sempre di meno. Finora sono solo 7 le sue presenze in campo, senza mai aver trovato la rete.

CORREA? NO GRAZIE – Ecco allora che l’agente di Correa avrebbe iniziato a valutare altre piste: una di queste, secondo quanto riportato da calciomercato.com, avrebbe assunto le tinte nerazzurre dell’Inter, squadra alla quale l’ex-blucerchiato sarebbe stato proposto in via informale, ricevendo però un secco “no” per risposta. La squadra allenata da Pioli è molto coperta nel ruolo, anzi, i problemi riguardano la grande abbondanza: certamente con Banega, Perisic, Eder, Palacio, Candreva, Gabigol, Joao Mario e Brozovic che possono ricoprire un ruolo, a seconda degli schemi adottati, simile a quello di Correa, i nerazzurri si sentono le spalle coperte. Niente Italia dunque a gennaio per El Tucu, almeno non l’Inter. Certo è che, se il ragazzo vorrà crescere, lasciare Siviglia sarà un passo importante ma fondamentale per il prosieguo della sua carriera. Trovare un club che possa dargli fiducia e tempo per permettergli di far emergere tutto il suo potenziale sarebbe per il trequartista argentino la soluzione ideale, perché buttare un talento come il suo sarebbe quantomeno delittuoso.