Connettiti con noi

News

Sampdoria costruita “storta”: sotto accusa il mercato estivo

Pubblicato

su

Rosa senza esterni per fare il 4-4-2 e attaccanti ridotti all’osso: ecco i “peccati” del mercato estivo avvallato da Ferrero

Se Marco Giampaolo ha una buona fetta di colpe per i risultati maturati fin qui dalla sua Sampdoria, non ha certamente responsabilità sul materiale umano che gli è stato messo a disposizione. Stessa cosa può dirsi di Roberto D’Aversa che ha patito lo stesso problema di cui ora si lamenta il tecnico di Giulianova: la Sampdoria è stata costruita male. Come precisa Il Secolo XIX, è il mercato estivo targato Massimo Ferrero e Daniele Faggiano sotto accusa.

A D’Aversa è stata consegnata una squadra inadeguata. Una rosa che è passata in eredità a Giampaolo non ancora completa. Per il 4-4-2 iniziale mancavano gli esterni. In attacco la cessione di Gianluca Caprari e Federico Bonazzoli è stata colmata dall’arrivo del solo Francesco Caputo. A gennaio, mercato storicamente difficile, la dirigenza della Sampdoria ha fatto il possibile per raddrizzare il tiro. Ha preso il miglior trequartista, tra le giovani promesse a disposizione, Abdelhamid Sabiri. E un talento da rilanciare, Stefano Sensi. È stata anche sfortunata perché Vladyslav Supryaga e Sebastian Giovinco sono risultati non in condizione fisica e di fatto l’attacco è stato impoverito pure dall’infortunio di Manolo Gabbiadini.