Udinese, interesse per Silvestre e Cigarini

cigarini sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Udinese, si registra l’interesse per i blucerchiati Matias Silvestre e Luca Cigarini. Molto difficile la pista che porta al primo, più percorribile quella per l’ex atalantino

Di affari, ultimamente, Sampdoria ed Udinese ne hanno fatti parecchi. Spesso e volentieri, a gioire sono state le casse dei friulani, ma va detto che la Samp ha fatto degli investimenti mirati, che potrebbero fruttare molto in prospettiva. Basti pensare a Luis Muriel e a Bruno Fernandes. Il primo, arrivato a Genova insieme a Coda dopo una trattativa che aveva assunto i contorni della telenovela, fu pagato dal presidente Ferrero circa 12 milioni. Una cifra importante, che fino all’anno scorso, oggettivamente, sembrava non potersi neanche più recuperare da una cessione del colombiano, reduce da una stagione con più ombre che luci. Quest’anno, invece, le prestazioni dell’attaccante hanno rianimato l’interesse dei grandi club, e ora ai tifosi blucerchiati una clausola da 28 milioni rischia quasi di apparire bassa. Bruno Fernandes, invece, acquistato questa estate, ha già fatto vedere lampi di grande classe, anche se a sprazzi: se dovesse correggere il suo difetto maggiore, cioè una certa discontinuità nelle prestazioni, potrebbe diventare un altro investimento decisamente fruttuoso, in ottica futura, per le casse blucerchiate.
CIGARINI SILVESTRE: L’UDINESE CI PUNTA – Non sono mai stati molti i blucerchiati che hanno fatto, invece, il percorso inverso, approdando ad Udine. Potrebbe succedere però a gennaio, visto l’interessamento del club bianconero per due giocatori della Samp, Matias Silvestre e Luca Cigarini. Per quanto riguarda il difensore argentino, va detto che le possibilità che cambi maglia nel mercato invernale sono ridotte: anzitutto, è il pilastro inamovibile della retroguardia di mister Giampaolo; secondariamente, dato che il suo contratto è in scadenza a giugno c’è da aspettarsi che la società di Corte Lambruschini, tenti di blindarlo offrendogli un rinnovo, che, secondo quanto riferito qualche tempo fa dallo stesso Silvestre, sarebbe ben accetto. Per quanto riguarda Cigarini, l’ipotesi è certamente più plausibile: il giocatore non vorrebbe, comprensibilmente, passare un’intera annata in panchina, e rispetto alle richieste di Palermo e Bari, che profumano – l’una in potenza, la seconda in atto – di cadetteria, arrivare ad Udine permetterebbe al ragazzo di ritrovare una maglia di titolare e un allenatore, come Del Neri, che lo conosce bene e che lo stima.