Calciomercato Serie A: i riscatti costano 300 milioni

stadi serie a
© foto www.imagephotoagency.it

Calciomercato Serie A, 300 milioni è la cifra che i club di Serie A devono pagare per riscattare i giocatori. I dettagli

Questa sessione di calciomercato potrebbe riservare pochi colpi in Serie A. Il perché ce lo spiega La Repubblica, che ha analizzato la situazione dei club della massima serie del campionato italiano per quanto riguarda i pagamenti dei riscatti dei giocatori acquistati nelle precedenti sessioni di calciomercato.

Il quotidiano spiega così la situazione: «Si tratta di 295 milioni di euro, ovvero l’ammontare impegnato dai club per riscattare giocatori che avevano già in organico. In tutto, 34 acquisti senza cambi di maglia. Tuttavia, chi ha pianificato quegli affari un anno fa non poteva prevedere la variabile impazzita del CoronavirusIl problema semmai è che tante squadre, proprio per far fronte alle necessità impreviste, hanno ottenuto dalle banche di scontare in anticipo anche i crediti maturati sul mercato, come viene fatto da anni per i diritti tv. In pratica, questa situazione ha fatto sì che le spese già sostenute abbiano ridotto le capacità dei club, che ricorrono così ad acquisti a esborso zero. Tra prestiti gratuiti e giocatori svincolati sono già una trentina le operazioni completate: da Bonaventura a Pedro, da Sanchez a Mkhitaryan, tornati a Inter e Roma a costo zero dopo la chiusura dei loro contratti con United e Arsenal».