Cassano difende Ferrero: «Buon presidente». E punzecchia Giampaolo

cassano sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Cassano difende l’operato di Ferrero ed è entusiasta dell’arrivo di Di Francesco: «Farà grande la Sampdoria»

Antonio Cassano è entusiasta dell’arrivo di Eusebio Di Francesco sulla panchina della Sampdoria. Ai taccuini del Secolo XIX, Fantantonio tesse le lodi del nuovo tecnico blucerchiato: «È un mio grande amico. Una persona fantastica, di compagnia, ironica, piacevole. Me lo aveva fatto conoscere qualche ano fa Totti, al quale è molto legato. Costituirà un valore aggiunto per la Sampdoria. E penso che, dopo essere stato esonerato dalla Roma, accettando la proposta di Ferrero, abbia ricevuto certezze sul futuro. L’ultima volta che l’ho sentito è stato un paio di settimane fa. Mi ha detto che quando sarà più tranquillo ci vedremo. Gli ho risposto che abitando ormai a Genova da 12 anni, sono a sua disposizione per qualsiasi cosa. Sono davvero felice di vederlo allenare la Sampdoria e sono convinto che disputerà un bellissimo campionato. Mi piace molto la sua filosofia di gioco. Sono un appassionato del gioco coraggioso e offensivo. Eusebio lo fa. Tre punte, le mezzali che salgono, i terzini che spingono, ma fino alla linea di fondo non quella di centrocampo. Libera la fantasia, il dribbling, non lo ingabbia in automatismi tattici. Il tutto riuscendo a mantenere un’impostazione equilibrata».

«La Samp deve fare mercato sugli esterni – continua Cassano -. Al momento ha Caprari, che lo aveva fatto con Zeman e anche Gabbiadini che alla Samp con Mihajlovic aveva fatto bene, ma ora con Di Francesco è da valutare. Poi stop. In quelle posizioni c’è bisogno di intervenire. In attacco, Quagliarella. A una punta che segna 60 gol in tre stagioni dovresti proporre un contratto a vita. Unica cosa, bisogna vedere come riuscirà a  interpretare il ruolo di unica punta che Di Francesco gli chiederà. Ha sempre avuto un compagno di reparto vicino. Murillo? Grande colpo. Nella scorsa stagione ha giocato poco a causa di un infortunio ma è un elemento di spessore. Se sta bene alzerà il valore della squadra».

E sulla cessione, Fantantonio difende l’operato di Massimo Ferrero: «Spero che la Sampdoria possa disputare grandissimi campionati per i prossimi mille anni. Però gradite quel che è successo a Zamparini, contestato e al Palermo. Io non conosco le persone che stanno dietro a Vialli e nemmeno i loro programmmi. Non sai mai chi arriva quando si parla di fondi speculativi. Vialli so benissimo chi è, ma non credo che ci metta lui i soldi. Ferrero è sicuramente un personaggio particolare ha dei difetti ma in cinque anni sportivamente parlando ha mantenuto la Sampdoria ad un buon livello». E in chiusura c’è spazio anche per una frecciatina a Marco Giampaolo: «Tornare a vedere la Samp? Con Di Francesco sì…».