Connettiti con noi

Hanno Detto

Bologna, Mihjalovic: «Sampdoria buona squadra. Ferrero? Mi ha chiesto consigli»

Pubblicato

su

Sampdoria Bologna, Mihajlovic ha presentato la sfida in conferenza stampa: le parole del tecnico rossoblù

Sampdoria Bologna, Sinisa Mihajlovic ha presentato la sfida in conferenza stampa: le parole del tecnico rossoblù.

FORMAZIONE UGUALE – «Non è detto, oggi abbiamo l’ultimo allenamento e vediamo. Posso anche cambiare qualcosa».

SAMPDORIA COME CAGLIARI«Ogni partita è una storia a sé. Giocano in casa e conosco l’ambiente. Sono una buona squadra con un buon allenatore. Ogni squadra attraversa momenti di difficoltà, anche noi siamo stati in ritiro poco tempo fa. Loro arrivano da due sconfitte, ma anche noi eravamo nella stessa situazione prima di vincere con il Cagliari. Siamo noi quelli che devono avere equilibrio, non è che con una vittoria siamo da Europa e con una sconfitta siamo in crisi. In Italia c’è troppo esagerazione e in un attimo si va dalle stelle alle stalle».

INFORTUNATI – «Stanno bene tutti a parte Schouten, Bonifazi e Viola che sono i tre infortunati e che non recupereremo per questa partita».

PUNTI IN CASA«Abbiamo fatto una partita in più, poi vanno analizzate. Abbiamo perso punti con l’Udinese e sappiamo il perché, l’unica partita che non andava persa è quella contro l’Empoli ma non ero in panchina e se ci fossi stato io le cose sarebbero andate diversamente. Domani andremo a caccia della prima vittoria esterna, ma la Sampdoria è una squadra forte».

CLASSIFICA«Io penso a partita per partita. Dobbiamo concentrarci sulle nostre cose e i conti si faranno alla fine. Siamo convinti che a fine anno avremmo raggiunto il nostro obiettivo di essere nella parte di sinistra di classifica».

MIGLIORAMENTI – «Subiamo di meno senza rinunciare al nostro gioco offensivo. Siamo più equilibrati e questo ci dà più sicurezza e autostima. Se facciamo quello che dobbiamo fare, sappiamo di mettere in difficoltà gli avversari».

FERRERO«Sono amico con lui perché è diventato presidente quando io ero allenatore. E’ stato diverse volte in ospedale a trovarmi e non è scontato. Abbiamo un bel rapporto. Si può essere che mi abbia chiesto qualche consiglio per gli allenatori. E’ una persona di cuore e ho grande stima e affetto per lui».