Coppa Italia, l’obbligo di puntare alla finale

Quagliarella
© foto Valentina Martini

Calendario alla mano, un cammino non troppo complicato per la Sampdoria che ha l’obbligo di provare a giocarsela

Facciamo una premessa, quando parliamo di Tim Cup, il nostro essere tifosi veri, passionali, prende sempre il sopravvento. La Coppa Italia va onorata, a prescindere che il cammino sia difficile o facile. La Coppa Italia bisogna provare a vincerla. Bisogna tornare a vincerla. Perché siamo la Sampdoria. Se anche ogni turno fosse composto da squadre più forti, la Sampdoria deve provare ad arrivare fino in fondo. A maggior ragione, guardando quelle che potrebbero essere le squadre sul cammino della Sampdoria, si deve provare ad arrivare fino alla finale. Fino ai quarti il cammino non è complicato, tutte squadre che il gruppo allenato da Giampaolo può affrontare. Poi arrivano gli scontri con le squadre che potrebbero creare dei problemi: Fiorentina e Lazio. Ora valutando un po’ tutto l’insieme dei fattori (tra cui il mercato delle due squadre), possiamo dire che mentre la Lazio è rimasta pressoché invariata, tolto l’uscita di scena di Biglia passato al Milan, la Fiorentina invece ha perso parecchi pezzi. I quarti e gli ottavi vanno passati, vanno vinti, per poi provare a giocarsi tutto in semifinale dove la Sampdoria potrebbe trovare una delle due squadre di Milano. Sempre ragionando per astratto sarebbe meglio trovare l’Inter, il mercato del Milan è stato scoppiettante, bisognerà poi vedere se effettivamente sortirà gli effetti per cui è stato fatto, ossia produrre una macchina da gol per Montella. Arrivare in semifinale sarebbe già un bel risultato, se non fosse che per noi tifosi provare di nuovo ad alzarla quella coppa sarebbe anche un modo per ricordare a tutti che la Sampdoria non è una squadra che punta solo alla salvezza. E poi la Coppa Italia è un biglietto d’accesso per l’Europa (come potrebbe anche esserlo il settimo posto). Per questi motivi e in considerazione de fatto che il tabellone non è così proibitivo è arrivato il momento di provare a mettere tutte le forze per arrivare in finale e giocarsela. Come fu contro la Lazio, sperando in un epilogo differente.