Coronavirus, lady Bereszynski: «Sintomi lievi. La Sampdoria ci ha aiutato»

bereszynski maja
© foto Instagram Maya Mocydlarz

Maja Mocydlarz, compagna del difensore della Sampdoria Bereszynski, ha raccontato i giorni di quarantena dovuti al Coronavirus

Bartosz Bereszynski è uno dei calciatori della Sampdoria ad aver contratto il Coronavirus. Il contagio si è inevitabilmente diffuso all’interno della sua famiglia, coinvolgendo anche la compagna Maja Mocydlarz e il figlio Leo, di due anni: «Tutto è iniziato con Bartosz, i miei sintomi sono comparsi due o tre giorni dopo – ha detto Maja durante un’intervista concessa a dziendobry.tvn.pl. Sospettavamo di aver contratto il virus, i calciatori sono stati in gruppo».

«Però non possiamo lamentarci perché i sintomi non erano forti e nostro figlio non ne ha mostrati, non abbiamo chiesto il ricovero in ospedale. Abbiamo ricevuto medicine per dolore e febbre, la Sampdoria ci è stata molto vicina portandoci anche il cibo. La situazione in Italia comunque è davvero difficile, ci sono stati molti casi. Con gli ospedali sovraffollati, inoltre, non c’era la possibilità di visitare le persone. Non tutti venivano accettati, la preferenza andava ai ragazzi più giovani rispetto alle persone anziane».