Coronavirus, Lega Serie A: «I club che non giocano in Europa si fermino per 7 giorni»

Coronavirus Serie A stadio luigi ferraris sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

La Lega Serie A ha annunciato lo stop delle attività per le società di calcio non impegnate in Champions ed Europa League. La nota ufficiale

La Lega Serie A ha comunicato tramite una nota ufficiale che le società del massimo campionato italiano, non impegnate in competizioni europee, hanno l’obbligo di fermarsi per almeno una settimana.

«In considerazione dell’emergenza COVID-19 in Italia e nel Mondo, dei dati epidemiologici previsionali in ordine all’attesa diffusione dei contagi e della conseguente gravosa situazione che sta coinvolgendo il Sistema Sanitario Nazionale, la Lega Serie A, al fine di tutelare al meglio la salute dei propri tesserati, dopo aver consultato l’autorevole parere dei Responsabili sanitari delle squadre, osserva quanto segue:

1. Alla luce dell’interruzione del Campionato fino al 3 aprile è fortemente consigliata per le Società non impegnate nelle coppe Europee la sospensione degli allenamenti per 7 giorni, salvo successive indicazioni;
2. I giocatori di tali squadre riceveranno precise indicazioni sui comportamenti da adottarsi in questo periodo. Ad essi viene raccomandato fortemente di restare presso il proprio domicilio in stretto contatto con lo staff sanitario, evitando rientri presso le residenze e contatti sociali non strettamente necessari;
3. Si richiede alla UEFA e FIFA la consueta sensibilità verso le tematiche mediche e sociali, ponendo prioritaria attenzione alla tutela della salute del mondo professionistico, pur nel rispetto delle esigenze sportive.

La Lega Serie A, in stretta collaborazione con i Responsabili sanitari delle squadre e con la FMSI, elaborerà a breve precise indicazioni inerenti gli aspetti preventivi, comportamentali e logistico-organizzativi».