Coronavirus, Nicchi: «Non manderemo gli arbitri a rischiare la vita»

marcello nicchi
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente dell’AIA Nicchi ha fatto chiarezza sul mondo arbitrale in merito all’emergenza Coronavirus in Italia

Il presidente dell’AIA Marcello Nicchi ha parlato ai microfoni di Radio Sportiva in merito all’emergenza Coronavirus nel calcio: «Credo che prima di parlare di sensazioni e prospettive a breve lungo termine bisogna guardare al presente e alla battaglia che stiamo combattendo contro il Coronavirus. Gli arbitri sono persone di regole, come sempre rispetteremo le disposizioni governative e della Federazione».

«Nella drammaticità del momento continuiamo a lavorare sulla ripartenza, ma il quando non dipende da noi. Noi siamo pronti a riaccendere il motore, ma certo non possiamo mandare arbitri allo sbaraglio a rischiare la vita. Servono garanzie per tutti, anche per noi».