Sampdoria, Rocha rivela: «Coronavirus? Ho avuto paura»

Rocha Sampdoria
© foto sampdoria.it

Sampdoria, Rocha racconta l’isolamento a seguito dell’emergenza Coronavirus: «Non sono più uscito di casa». E rassicura sulle condizioni dei compagni

A seguito dell’emergenza Coronavirus sono state emanate dal Governo italiano diverse misure idonee al contenimento della malattia. Chiunque sia entrato a contatto con soggetti contagiati ha dovuto osservare un periodo di isolamento domiciliare e per tutti i cittadini è stato drasticamente ridotto il diritto alla circolazione. I calciatori della Sampdoria hanno rigorosamente rispettato quanto previsto dai decreti e sono rimasti presso le loro abitazioni.

Il giovane difensore brasiliano, Kaique Rocha ha raccontato ai microfoni di A Tribuna la situazione: «Abbiamo avuto alcuni giocatori contagiati, ma sono migliorati negli ultimi giorni. La febbre è passata. Ho avuto paura. Sono stato a contatto con loro, ma non ho avuto alcun sintomo che possa far pensare che io abbia contratto il Coronavirus. Non so se Genova sia come Milano, con le strade vuote e tutto chiuso, sono rimasto in casa per più di una settimana. Dalla finestra non vedo nessuno per strada e passano poche macchine. A Genova, da quello che ho appreso dalle notizie, non ci sono molti casi e decessi dovuti al virus».