Coronavirus, Serie A al bivio: due ipotesi per finire la stagione

Serie A Campionato Sky Dazn Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Coronavirus, la Serie A al bivio: ecco le due ipotesi che verranno discusse nell’Assemblea di Lega di mercoledì

Dopo il nulla di fatto di ieri, la Lega Serie A si riunirà di nuovo in Consiglio nella giornata di mercoledì per trovare una soluzione all’ingarbugliata situazione dei recuperi delle partite causata dall’emergenza Coronavirus. Durante l’Assemblea, verranno valutate principalmente due ipotesi per riuscire a concludere la stagione senza continui ritardi e accavallamenti.

La prima prevede che si giochi regolarmente la 27a giornata, con quattro gare (Genoa-Parma, Fiorentina-Brescia, Torino-Udinese e Roma-Sampdoria) che verrebbero giocate tra sabato e domenica; altre cinque (Inter-Sassuolo, Bologna-Juventus, Verona-Napoli, Spal-Cagliari e Lecce-Milan) andrebbero a lunedì, con il decreto per la disputa delle sfide a porte chiuse ormai “scaduto”. Atalanta-Lazio, invece, sarebbe rinviata a data da destinarsi, per via dell’impegno in Champions League della Dea previsto per la prossima settimana.

Il secondo scenario prevederebbe invece il recupero della 26a giornata nel prossimo weekend: Udinese-Fiorentina e Sampdoria-Verona verrebbero disputate tra sabato e domenica, mentre Milan-Genoa, Parma-Spal, Sassuolo-Brescia e Juventus-Inter si giocherebbero lunedì 9 marzo. Così facendo, tutto il calendario slitterebbe di una giornata, aggiungendo un turno il 13 maggio. Resterebbero poi da stabilire le date di Atalanta-Sassuolo e Inter-Sampdoria, inizialmente previste per la 25a giornata e già rinviate, mentre Torino-Parma e Verona-Cagliari verrebbero recuperate il prossimo 11 marzo.