Delneri: «Battere la Sampdoria per il decimo posto. Su Giampaolo…»

delneri udinese
© foto www.imagephotoagency.it

Mister Delneri ha analizzato la partita contro i blucerchiati e la condizione del team durante la consueta conferenza stampa

Udinese-Sampdoria è chiaramente una sfida chiave in ottica decimo posto. Il match si giocherà domani alle 15:00, e il risultato sarà determinante, anche perché si tratta della penultima giornata di campionato. Lo sa bene mister Delneri, tecnico bianconero, che oggi è intervenuto in conferenza per alcuni commenti sulla partita: «Ultimamente stiamo andando bene tra le mura domestiche, cercheremo di mantenere lo stesso atteggiamento anche domani. L’obbiettivo è ripetere la buona prestazione vista con l’Atalanta. Con la Samp ci giocheremo il decimo posto, ed è dunque imperativo fare bene contro una diretta concorrente». Delneri dispone di soluzioni tattiche limitate, visto il gran numero di giocatori fermi ai box: «Abbiamo il dovere di scendere in campo e dare il massimo, anche se quando mancano giocatori importanti è sempre più difficile. Sono fiducioso nelle possibilità di chi subentrerà di fare bene».

Il mister offre poi qualche spunto sugli undici che partiranno titolari: «Non ci saranno grossi cambiamenti nella formazione di partenza, se non per le assenze. Sarà sostanzialmente la stessa formazione dell’ultima in casa, senza Widmer e Perica, che purtroppo sono infortunati». In conclusione, Delneri analizza più da vicino le qualità della Sampdoria: «I blucerchiati stanno sicuramente esprimendo un bel gioco, fatto di possesso palla e gioco palla a terra; il merito principale è senza dubbio di Giampaolo e del suo metodo di lavoro. Esattamente come all’andata, sarà importante evitare di concedere loro troppo campo, in modo da limitarne le giocate. L’esplosione di Schick è certamente un vantaggio per loro. Molti sostengono che Giampaolo sia un mio allievo: ci conosciamo da tanti anni e il suo percorso di crescita è sotto gli occhi di tutti. Purtroppo non ha ancora ottenuto appieno quanto merita».

Articolo precedente
mihajlovic torinoMihajlovic: «Il mio cuore è blucerchiato, ma mi dispiace per il Genoa»
Prossimo articolo
murielLe probabili formazioni di Udinese-Sampdoria