Delneri vota Doria: «Samp ambiente fantastico, merita l’Europa»

delneri sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Delneri introduce Atalanta-Sampdoria: «Sono legato a entrambe: la Dea si riprenderà, i blucerchiati e Giampaolo meritano l’Europa»

Domenica pomeriggio la Sampdoria farà visita all’Atalanta a Bergamo, una partita importante per entrambe le formazioni per confrontarsi con una diretta concorrente per quello che dovrebbe essere l’obiettivo di entrambi i club, l’Europa League. Chi conosce molto bene le due squadre è senza dubbio Luigi Delneri, allenatore dei nerazzurri dal 2007 al 2009 e dei blucerchiati nella fantastica stagione 2009/10. Una partita importante, si diceva, anche e soprattutto per lìAtalanta, partita in sordina in campionato e già fuori della seconda competizione continentale:  «Si riprenderà – afferma Delneri ai taccuini de La Gazzetta dello Sport, vale l’Europa. Come la Samp, la merita in primis Giampaolo. Impossibile dire da che parte starò, sono legato a entrambe. Mi aspetto 90′ spettacolari tra due squadre che giocano bene. Tiferò per un pareggio con molti gol. Gasperini e Giampaolo? Hanno fatto grandi cose, i risultati ottenuti in questi anni parlano per loro».

Inutile nascondere che Delneri, nonostante il famoso salto della quaglia al Genoa qualche stagione fa – esperienza peraltro breve e sfortunata – sia rimasto profondamente affezionato alla Sampdoria, anche e soprattutto per l’impresa compiuta nella stagione di grazia 2009/10: «Mi legano ricordi bellissimi. Fu la prima Champions dopo Boskov. E rosa super coi Palombo, Cassano, Pazzini…». Sempre a proposito di campioni, ce n’è uno in attacco che, a 35 anni, riesce ad essere ancora più che decisivo per la Samp: «Quagliarella è fortissimo, darà ancora tanto. Con Giampaolo i calciatori si rigenerano: penso a Defrel. Giampaolo – conclude Delneri – penso sia pronto per il salto di qualità, la Samp invece merita l’Europa: l’ambiente è fantastico».

 

Articolo precedente
rino foschiFoschi e l’affare La Gumina: «Ho perso l’amicizia di Ferrero e Sabatini»
Prossimo articolo
zapata atalantaAtalanta-Samp è Zapata-Defrel: storia di un amore rimpiazzato