Ekdal, chiamata dalla Svezia: «Potrebbe tornare a casa»

ekdal sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente del Brommapojkarna chiama Ekdal: «Fra un paio d’anni potrebbe tornare a casa»

Classe ’89, quasi trentunenne, Albin Ekdal non ha più tutta la carriera davanti e c’è già chi comincia a pensare al suo futuro fra qualche anno. Su tutti Fredrik Bergholm, presidente del Brommapojkarna, club in cui il centrocampista della Sampdoria è cresciuto calcisticamente come altri talenti svedesi: «Ci sono alcuni calciatori usciti dal BP che potrebbero tornare a casa fra un paio d’anni. Mi riferisco per esempio a Guidetti, Ekdal e Nordfeldt. Giocatori come Augustinsson, magari un po’ più avanti».

«Se le ambizioni sono vincere l’Allsvenskan o uno stipendio elevato, non è il caso. Ma il nostro modello funziona ed esiste una forte coesione tra ex giocatori del BP. I trasferimenti dei giocatori saranno sempre importanti per noi, perché abbiamo meno entrate rispetto ad altri club», ha concluso Bergholm ai taccuini di aftonbladet.se.