Ekdal ricorda Ibrahimovic: «Gli parlavo poco, poi…»

ibrahimovic ekdal
© foto www.imagephotoagency.it

Ekdal ricorda i primi tempi con Ibrahimovic in nazionale: «Gli parlavo poco, poi siamo diventati amici»

Se riuscirà a recuperare per la prossima gara contro il Milan, Albin Ekdal potrebbe trovarsi davanti un vecchio amico. In campo, infatti, potrebbe fare il suo esordio in rossonero un certo Zlatan Ibrahimovic, suo ex compagno in nazionale.

Il centrocampista della Sampdoria lo ha descritto così a Il Secolo XIX: «Difficile averlo nello spogliatoio? È vero che è un leader. Ed è vero che sbagliare quando c’è lui ha un altro peso: è uno che alza la voce, si fa sentire, ma per lo spirito che dicevo, vuole sempre vincere, quindi con l’obiettivo costruttivo, non di incutere timore tanto per farlo. Dà e chiede molto. Io all’inizio in nazionale gli parlavo poco proprio perché percepivi questa sua personalità così forte, avevo una sorta di rispetto. Poi quando l’ho conosciuto siamo diventati amici e il rispetto è rimasto».