Coronavirus, Conte: «Nulla di vero sulle restrizioni fino al 31 luglio»

Emergenza Coronavirus Conte
© foto www.imagephotoagency.it

Il premier Conte è intervenuto in conferenza stampa per annunciare quanto deciso durante il Consiglio dei ministri in merito all’emergenza Coronavirus

Il premier Giuseppe Conte è intervenuto in conferenza stampa per annunciare le decisioni prese durante il Consiglio dei ministri, che si è tenuto questo pomeriggio, in merito all’emergenza Coronavirus.

«Un decreto che riordina la disciplina dei provvedimenti che stiamo adottando in fase emergenziale. Prevediamo che ogni provvedimento adottato venga trasmesso ai presidenti delle Camere. Riferirò ogni quindici giorni ai presidenti delle Camere. Abbiamo regolamentato in modo lineare i rapporti degli interventi del Governo e le Regioni: lasciamo che i presidenti delle Regioni possono adottare anche provvedimenti e misure, anche più severe».

«Rimane la funzione di coordinamento e omogeneità del Governo. Abbiamo introdotto una multa che va da 400 a 3000 euro: d’ora in poi, alla contravvenzione prevista si sostituisce questa multa. Io sono soddisfatto della reazione che tutti gli italiani stanno avendo nel rispettare le prescrizioni. Se tutti rispettano le regole, possiamo uscire quanto prima dalla fase d’emergenza. Purtroppo ancora una volta assisto a un’indebita circolazione di una bozza: non tenete conto delle bozze pubblicate. Nulla di vero sul prolungamento delle restrizioni fino al 31 luglio, ma è lo spazio in cui manovrare nell’emergenza della pandemia».