Emergenza Coronavirus, le richieste del sindacato mondiale dei calciatori

coronavirus controlli sampdoria ferraris serie a
© foto www.imagephotoagency.it

L’emergenza Coronavirus ha bloccato il campionato e rischia di interrompere anche le competizioni europee. Le richieste del sindacato mondiale dei calciatori

Che l’interesse di riprendere il prima possibile il campionato sia evidente è cosa nota, ma sulla bilancia ci sono anche le esigenze di tutela dei calciatori. Il sindacato mondiale Fifpro ha sottolineato questo aspetto ai microfoni della BBC: «Chiediamo alle autorità e agli organizzatori delle competizioni di prendere trasparenti e ragionevoli decisioni basate sulla consulenza con i rispettivi governi. I calciatori professionisti sono preoccupati per se stessi, le le famiglie e gli amici visto quanto sono esposti con viaggi, allenamenti e spostamenti vari».

«Qualsiasi azione deve essere coordinata in collaborazione con i giocatori e i loro sindacati. Chiediamo ai datori di lavoro e agli organizzatori delle competizioni, misure precauzionali tra cui la sospensione di allenamenti e partite e supportiamo le federazioni che hanno chiesto tali misure. Il calcio è fortemente influenzato da questa situazione: le partite a porte chiuse e le cancellazioni hanno effetto sui flussi di entrate dei club grandi e piccoli. L’industria del calcio dovrebbe prendere in considerazione misure di solidarietà straordinarie per proteggere tutti, in primis le società bisognose causa pagamenti».