Connettiti con noi

Hanno Detto

Espulsione mancata di Rabiot? Cesari sicuro: «Era da rosso»

Pubblicato

su

Cesari, ex arbitro di Serie A, ha analizzato gli episodi arbitrali e il momento della Sampdoria dopo la sconfitta contro la Juventus

Graziano Cesari, ex arbitro di Serie A, ha analizzato a Primocanale gli episodi arbitrali e il momento della Sampdoria dopo la sconfitta contro la Juventus. Le sue parole.

PRIMO GIALLO E TOCCO DI MANO«Rabiot è stato giustamente ammonito al 48′ per un intervento nel quale non poteva prendere il pallone, ha calciato la gamba sinistra di Rincon, fallo tattico. Il braccio largo sull’azione del rigore meritava un altro tipo di attenzione, a mio parere quando è un pallone pericoloso in area ed è un’azione potenzialmente pericolosa, il calciatore andava ammonito per la seconda volta e quindi espulso. Infatti Allegri dopo un secondo lo ha sostituito».

MANCATA CONTINUITA’ «Non si riesce veramente a trovare quella continuità che servirebbe in questo momento anche per dare un po’ più di calma, rilassatezza alla squadra, per allenarsi un settimana e affrontare la partita successiva con meno tensione, quella di Venezia diventa davvero il bivio. Nei primi venti minuti la Sampdoria ha fatto molto bene, il secondo episodio ha fatto sì che si perdesse la partita. A mio parere un qualcosina in più anche Giampaolo poteva fare. Due vittorie e quattro sconfitte non è un trend dei più felici. La Sampdoria è reduce da nove sconfitte nelle ultime undici partite, significa che se la squadra stava male con D’Aversa, non è ancora guarita».