Fassone: «Serie A rimasta indietro. Fondi? Ecco come funzionano»

fassone
© foto www.imagephotoagency.it

Marco Fassone, ex dirigente di Inter, Napoli e Milan, ha parlato dell’attuale situazione della Serie A: le sue dichiarazioni

Marco Fassone, ex dirigente di Inter, Napoli e Milan, ha parlato ai microfoni del Corriere dello Sport dell’attuale situazione della Serie A.

FONDI SERIE A – «L’ingresso dei fondi nella Lega Serie A? Si tratta di una iniezione di liquidità importante che sarà distribuita alle società. In un momento di incertezza e difficoltà, molte squadre hanno difficoltà economiche importanti. Un fondo che si affianchi a società può dare un importante contribuito da punto di vista finanziario».

SERIE A – «La Serie A è rimasta indietro nella capacità di sviluppare ricavi. Eravamo un punto di riferimento europeo 10/15 anni fa ma siamo ora ultimi tra 5 potenze per diritti tv. Dare la gestione della governance ai fondi darà possibilità a lega di tornare tra 3/6 anni ad essere molto più competitiva».

INTERESSE DALL’ESTERO – «Nel breve periodo non ci dobbiamo aspettare rivoluzioni, perché si sta cercando di superare emergenza. Ma grazie anche all’intervento dei fondi, quando tutto tornerà alla normalità, credo che le prospettive siano rosee. Lo dimostra anche che all’estero c’è grande interesse per i club italiani, come gli ultimi cambi di proprietà in casa Roma e Parma in piena pandemia».