Ferrari, non c’è due senza tre: l’Atalanta per la conferma

ferrari sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Ferrari, due settimane per convincere Giampaolo a schierarlo anche contro l’Atalanta: è sfida con Regini per una maglia da titolare

Dopo il buon esordio a partita in corso contro la Fiorentina, contro il Milan Gian Marco Ferrari ha trovato spazio dal primo minuto per la prima volta, fornendo una prestazione di attenzione e grande sostanza. Meno bene, invece, come del resto tutta la squadra, la prestazione di Udine, gara in cui la difesa della Samp ha comunque demeritato meno di quanto il punteggio finale potrebbe lasciar presupporre. Va detto che l’ex Crotone ha trovato una maglia da titolare anche per un preciso motivo, ossia il fatto che Regini non fosse in perfette condizioni: il capitano doriano aveva infatti, alla vigilia della sfida contro i rossoneri, riportato una microfrattura ad un piede, un fatto che gli avrebbe impedito di giocare al massimo delle proprie potenzialità. E’ stato dunque fondamentale poter contare su un “rincalzo” pronto a giocare fin da subito.

La domanda che sorge spontaneamente, ora, è la seguente: Ferrari si terrà il posto da titolare o accanto a Silvestre tornerà Regini? Non c’è dubbio che, in tal senso, l’Atalanta rappresenterà una vera e propria prova del nove. Giampaolo ha sostenuto di vedere il numero 19 e il numero 13 alla pari nelle gerarchie, ma è difficile pensare ad un’alternanza di partita in partita. Se Ferrari dovesse figurare nelle distinta pre-gara nel match contro gli orobici, ci sarebbe da credere che abbia sopravanzato il classe ’91 nelle preferenze dell’allenatore, un fatto sostanziato anche dal grande investimento che la Samp potrebbe decidere di fare sul suo cartellino. Se al posto del centrale arrivato dal Sassuolo dovesse invece figurare ancora Regini, significherebbe che, almeno per il momento, il capitano resterà il titolare nella mente del mister. Ferrari ha due settimane per convincere Giampaolo a puntare su di lui: la partita contro l’Atalanta sarà lo sfondo di una partita nella partita, quella contro il compagno-rivale Regini.