Ferrero rimprovera Napoli: «Non tollero che dei ragazzini nascondano il pallone»

Ferrero Sampdoria
© foto Valentina Martini

Il presidente della Sampdoria regala il solito show in zona mista: tra gli elogi di Napoli, una piccola polemica sull’atteggiamento dei raccattapalle

Novanta minuti di tensione sugli spalti del “San Paolo” fatti di risate e sorrisi in occasione delle reti di Gaston Ramirez e Fabio Quagliarella, delusione e rammarico al 3-2 del Napoli. Avrebbe potuto essere un pomeriggio da incorniciare, invece la sua Sampdoria ha rimediato un’altra beffarda sconfitta in casa della capolista ed è costretta ad avvicinare al sesto posto le dirette concorrenti all’Europa League. Per scaricare l’ansia accumulata durante la partita, Massimo Ferrero è sceso nella zona mista dello stadio per concedere il consueto show mediatico ai giornalisti presenti. La sua vena ironica, però, si è arrestata parlando del comportamento di alcuni raccattapalle che rallentavano il regolare svolgimento del gioco: «Sicuramente non sono felice perché non amo perdere, ma bisogna accettarlo. Ciò che non tollero è che dei ragazzini nascondano il pallone sulle rimesse laterali, non è una bella cosa per una città magnifica come Napoli».