Fondi sottratti alla Sampdoria, chiesto rinvio a giudizio per Ferrero

ferrero Murillo sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

La Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio per Massimo Ferrero: contestati i reati di appropriazione indebita, autoriciclaggio e utilizzo di fatture false

Appropriazione indebita, autoriciclaggio e utilizzo di fatture false, queste le accuse mosse contro il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero. A seguito dell’indagine svolta dalla Guardia di Finanza che portò al sequestro di beni per 2,6 milioni di euro, parzialmente restituiti dopo l’annullamento del provvedimento da parte del tribunale del Riesame, la Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio. Come riporta Il Messaggero, l’udienza davanti al gup è fissata per il 20 settembre 2019. Potrebbero essere coinvolti anche Vanessa e Giorgio Ferrero, figlia e nipote del numero uno blucerchiato, e i manager Marco Valerio Guercini e Andrea Diamanti.