Lega Calcio, la voce della Sampdoria: 13 club seguono Ferrero e Romei

antonio romei
© foto www.imagephotoagency.it

Ferrero e Romei cambiano gli equilibri politici in Lega Calcio: la Sampdoria un seguito importante tra i club medio piccoli

La voce della Sampdoria in Lega Calcio ha un nuovo e importante peso. Da più di sei mesi Ferrero e Romei lavorano fianco a fianco per cambiare le dinamiche politiche interne alla Confindustria del calcio italiano. I primi successi del numero uno blucerchiato avevano riguardato la “battaglia” per la Tessera del Tifoso: uno strumento poco utile allo scopo per cui era stato creato e totalmente inviso alla tifoseria. Questo è stato il primo traguardo raggiunto dal presidente, spinto dalla voglia di portare nuovamente lo stadio ai fasti del passato. Oggi l’obiettivo è quello di cambiare la politica e gli incarichi all’interno della Lega Calcio: la linea Agnelli-Lotito, che proponeva una presidenza a tempo dell’attuale direttore generale Brunelli, è stata bloccata dall’assemblea di ieri.

E questo è anche frutto del lavoro della dirigenza doriana che è riuscita a convogliare la voce di ben 13 club di Serie A – da ultimo il Torino di Cairo – stimolando indirettamente anche l’intervento di Malagò, attuale presidente del Coni, come quello di Tavecchio. Un cambiamento è necessario che Ferrero e Romei vogliono raggiungere e per i quale stanno lottando. La situazione è in evoluzione e nelle prossime riunioni ci saranno sicuramente ulteriori sviluppi, ma è ormai chiaro che la crescita della Sampdoria nel Palazzo sia evidente. I club di Serie A, ad esclusione delle “sette sorelle” che hanno obiettivi non spesso identici a quelli delle altre realtà, hanno deciso di seguire la linea della Sampdoria, la cui voce è di nuovo potente nelle sedi che contano.