Ferrero spiazza tutti: «Tra sei mesi compriamo il Ferraris»

ferrero sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria, Ferrero alla presentazione della Pescara Arena: «Sbrigatevi a tornare in Serie A, così vi rifacciamo 4 gol». E sul “Ferraris” annuncia la novità: «Lo compriamo tra sei mesi»

Settimana di grande gioia e fermento per il Pescara che, a pochi giorni di distanza dalla sconfitta in Coppa Italia contro la Sampdoria, ha presentato il progetto per il nuovo stadio di proprietà: la “Pescara Arena”. Tra i tanti volti noti del calcio italiano, anche il presidente blucerchiato Massimo Ferrero, che ha annunciato un’importante novità riguardante l’acquisto del “Ferraris”: «Il Pescara è una squadra fortissima. Sbrigatevi a giocare in questo stadio in serie A, così ci rifacciamo 4 gol (ride, ndr). Tra sei o sette mesi compreremo lo stadio insieme al Genoa. Per una società, lo stadio è il sale della vita». Intercettato poi dalle telecamere di Premium Sport, il patron doriano ha parlato delle elezioni per il nuovo presidente della FIGC, che dovrà sostituire Carlo Tavecchio. Ieri fumata nera della Lega, che non ha ancora trovato un accordo e ha rimandato il tutto al 7 dicembre: «Non stiamo eleggendo il Papa, penso proprio che lo eleggeremo alla prossima Assemblea. Ci sono un po’ di divergenze, ma c’è serenità. Poi dobbiamo farlo per forza, altrimenti diamo un brutto segnale. Totti promuove Damiano Tommasi? Sicuramente è una persona preparata e intelligente, ha ottime caratteristiche per il ruolo che ricopre ora, ma non so se le avrebbe anche per fare il presidente». Sul recente esonero di Vincenzo Montella, ex allenatore della Sampdoria che ha lasciato pochi giorni fa la panchina del Milan: «Sono molto dispiaciuto per il suo esonero, però non vado a guardare in casa degli altri. Avranno avuto i loro buoni motivi, ma per principio non sono d’accordo a cambiare un allenatore solo perché la squadra va male. Poi lui non si aspettava quella squadra, gliel’hanno cambiata tutta». Un’ultima battuta sul big match della prossima giornata di Serie A: «Niente contro la Juventus, ma sarei contento se vincesse il Napoli. Dicono sempre che ci scansiamo, ora si scansino loro e lascino vincere il Napoli, dopo sei scudetti».