Fifa, cambia la regola dei prestiti: la situazione della Sampdoria

Classifica Social
© foto Valentina Martini

La Fifa rivoluziona la regola dei prestiti: il numero massimo di giocatori prestabili potrebbe essere di otto unità

Una delle questioni che ha tenuto banco ultimamente in casa Fifa è quella dei prestiti. L’idea cui sarebbero arrivati i commissari del massimo organo mondiale del calcio sarebbe, secondo Sport Bild, quella di dare una regolamentazione definitiva alla regola dei prestiti per prevenire la possibilità di uno sfruttamento economico, e non sportivo, della situazione. Il problema, spiega il quotidiano tedesco, sta nel fatto che molte grandi squadre europee acquistino giocatori che poi mandano in prestito altrove, risparmiando così sull’ingaggio ma ottenendo una plusvalenza sul valore del giocatore una volta terminato il prestito. La Fifa avrebbe così messo nel mirino squadre come Manchester City, Monaco, Chelsea e, in Italia, Juventus e Udinese, che hanno prestato un alto numero di giocatori in questa stagione (i Campioni d’Italia ne hanno prestati 45, in Bundesliga il numero totale dei prestiti è di 27 unità, tanto per dare un’idea).

Si dovrebbe così andare verso una definitiva limitazione della possibilità di parcheggiare giocatori in altre squadre. Il Presidente della Fifa Gianni Infantino starebbe valutando di porre a otto il numero massimo di giocatori prestabili per ogni finestra di mercato. Andiamo dunque a vedere la situazione della Sampdoria. Il numero totale di prestiti della società blucerchiata, a calciomercato estivo concluso, è di 27 (fra prestiti gratuiti, prestiti con diritto e prestiti con obbligo di riscatto). Gran parte delle cessioni temporanee, naturalmente, riguarda i giovani usciti dalla Primavera blucerchiata, che sono stati dirottati per la maggior parte alla Vis Pesaro. Il vincolo, comunque, non sarà applicato per le operazioni riguardanti i Settori Giovanili: saranno esclusi cioè gli Under 21 cresciuti nel Settore Giovanile di appartenenza. Se la regola sarà comunque approvata, la Sampdoria dovrà fare più di qualche conto per decidere chi e dove prestare in vista delle prossime sessioni di mercato.

Articolo precedente
utc tifosi sampdoriaGli UTC fanno spallucce: «Non ci saremo per Samp-Fiorentina»
Prossimo articolo
giampaolo sampdoriaSos calci d’angolo: Giampaolo vara nuove soluzioni