Strinic, i numeri non mentono: hai già surclassato Pavlovic e Dodô

Strinic Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Strinic, che numeri: in quattro partite ha già distribuito la metà degli assist messi insieme la scorsa stagione da Regini, Dodô e Pavlovic

I tifosi blucerchiati, in estate, si dicevano molto soddisfatti dell’arrivo a Genova di Nicola Murru, un terzino di ruolo che – seppur pagato profumatamente al Cagliari – avrebbe potuto finalmente risolvere l’annosa questione relativa alla fascia mancina, ruolo in cui né Regini, né Dodô, né Pavlovic avevano fornito garanzie la scorsa stagione. Viste le difficoltà di inserimento del classe ’94 in squadra, però, all’ultimo la dirigenza blucerchiata ha deciso di portare a Genova un altro difensore laterale, acquistando Ivan Strinic dal Napoli. Una mossa, questa, particolarmente azzeccata, dato che il croato è divenuto in brevissimo tempo uno dei titolari fissi di Giampaolo. I numeri, inoltre, certificano l’ottimo affare concluso dalla società blucerchiata: se sommiamo il numero di assist messi insieme da Regini, Dodô e Pavlovic lo scorso anno, infatti, si arriva alla miseria di quattro passaggi vincenti realizzati – tutti dal capitano doriano, per giunta. Strinic, con l’assist di domenica contro l’Atalanta per la rete di Caprari, è già arrivato a quota 2 – si somma, infatti, al cross per Quagliarella a Torino. Insomma, in quattro partite il classe ’86 ha già fatto meglio di quanto non siano riusciti a fare il brasiliano e il bosniaco in una stagione intera. Un salto di qualità non indifferente per la Sampdoria, che, dopo l’addio di Ziegler nel lontano 2011, può finalmente dire di aver trovato un degno interprete nel ruolo.