Fiorentina, gli ex possono ferirti: Viviano e Quagliarella sono pronti

Viviano Sampdoria
© foto Valentina Martini

Intrecci particolari tra Sampdoria e Fiorentina: ex giocatori e obiettivi sfumati pronti alla sfida tra le mura del “Ferraris”

Sampdoria e Fiorentina sono pronte a recitare il terzo atto: dopo il match alla seconda giornata di campionato, che ha visto i blucerchiati trionfare al “Franchi” e gli ottavi di Coppa Italia, disputati nel medesimo stadio, vinti dalla squadra di Pioli, arriva la terza partita di questa stagione nella magnifica cornice del “Ferraris” di Genova. Sampdoria-Fiorentina è una partita dalle innumerevoli sfaccettature e può essere la partita della rivincita per entrambe le formazioni. La compagine di Pioli non ha mai vinto contro le prime sei di questo campionato, i blucerchiati hanno ancora l’amaro in bocca per il terzo gol subito allo scadere dei novanta minuti di coppa. Sarà la partita degli ex e dei giocatori che avrebbero potuto entrare in orbita giglio-blucerchiata ma non ci sono mai arrivati.

I blucerchiati che in passato hanno vestito la maglia della Fiorentina sono solo tre: Viviano, Capezzi e Quagliarella. Per l’attaccante, Firenze, è stata una toccata e fuga nel lontanissimo 2002, per gli altri due giocatori invece la storia è molto diversa. Il portiere Viviano è considerato dai tifosi della Fiorentina una scommessa persa: non fece benissimo quando vestì la casacca della sua squadra del cuore nel 2012/13 e le loro strade si divisero definitivamente. Il centrocampista italiano invece, ha le radici del suo passato radicate profondamente nel terreno di Firenze: Capezzi ha trascorso gli anni della sua giovinezza e maturazione calcistica nel settore giovanile della Fiorentina, poi è iniziato un lungo giro di prestiti che lo ha portato da Varese a Crotone, fino alla Sampdoria.

Ci sono anche i giocatori che avrebbero potuto essere blucerchiati (o gigliati) e hanno vestito alla fine la casacca degli avversari:  Thereau avrebbe dovuto arrivare in blucerchiato nello scorso mercato estivo, invece scelse di approdare nella città dell’Arno; Ramirez fu per lungo tempo un obiettivo della squadra viola, quando ancora giocava nel Bologna, trasferimento che non si è mai concretizzato. Stessa sorte è toccata a Praet, Caprari e Kownacki avvicinati in sede di mercato alla Fiorentina e poi arrivati alla Sampdoria alla corte di Giampaolo. Una sfida dai tanti intrecci sulla quale si alzerà il sipario domenica alle ore 15:00, l’obiettivo di entrambe le squadre è la vittoria, quello degli ex farsi rimpiangere.