Fiorentina-Samp 1-1: Muriel risponde a Bernardeschi

muriel sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Bella prestazione della Sampdoria, che strappa un punto importante al “Franchi” contro la Fiorentina: in gol Muriel e Bernardeschi

Dopo due minuti la Sampdoria si fa subito vedere, con il cross dal fondo di Sala raccolto da Quagliarella: l’attaccante blucerchiato prova una delle sue magie, ma la rovesciata non è efficace come vorrebbe e la palla termina fuori. Gli avversari non stanno a guardare e impauriscono Puggioni con un potente tiro dalla distanza di Rodriguez. La Fiorentina spinge e nei primi minuti mette in seria difficoltà la retroguardia doriana, costringendo al 12’ Vasco Regini ad un intervento provvidenziale.

Al 17’ arriva la prima occasione per i padroni di casa: Milic lascia partire il traversone dalla sinistra, Kalinic salta ma la sua incornata è imprecisa e il croato si divora la rete da due passi. Al 20’ Muriel ricambia il favore, mangiandosi un gol identico a quello nella scorsa partita contro l’Inter: il taglio di Bruno Fernandes premia l’inserimento del colombiano, che brucia tutti in velocità ma a tu per tu con Tatarusanu la spara alta.

Poche emozioni fino al 36’, quando la Fiorentina trova il vantaggio con Bernardeschi: un suo cross dalla destra finisce direttamente in porta, senza la deviazione di Astori che aveva tentato di metterla dentro e a cui inizialmente era stata assegnata la marcatura. Poco dopo arriva il raddoppio di Kalinic, ma fortunatamente Rizzoli ferma tutto per fuorigioco. Ad inaugurare la lista degli ammoniti ci pensa Rodriguez, che entra troppo duro su Muriel. La reazione della Samp, comunque, non si vede e il primo tempo termina in vantaggio per i toscani.

La seconda frazione vede mister Giampaolo spendere il suo primo cambio: al rientro dagli spogliatoi c’è Praet al posto di Linetty. Eccola la risposta dei blucerchiati, che dopo un minuto di gioco tirano subito in porta con Quagliarella da posizione defilata, ma Tatarusanu riesce a bloccare senza troppi problemi. Ci riprova Praet al 4’, inserendosi e scaricando di prima il suo tiro, deviato poi in angolo. Al 6’ chiusura magistrale di Skriniar, che evita il 2-0.

Cartellino giallo anche per Fernandes, falloso su Astori. All’11’ la Sampdoria pareggia i conti con il solito Muriel: un bell’assist di Regini finisce dritto sulla testa del numero 9, che non ci pensa due volte a metterla alle spalle del portiere avversario. Al 16’ il colombiano fa rimediare anche un giallo a Milic, costretto a fermarlo brutalmente per evitare la ripartenza. Entra Chiesa, esce Tello.

Al 21’ Bruno Fernandes va vicino al raddoppio: Barreto lo serve sulla destra e il portoghese carica il destro, deviato in corner da Tatarusanu. Al 24’ la Sampdoria si divora un gol pazzesco: Muriel se ne va in velocità sulla destra, scarica al centro per Quagliarella che a sua volta la lascia a Fernandes, ma il numero 10 è poco lucido e se la lascia scippare davanti alla porta. Sala accusa problemi muscolari e Giampaolo è costretto ad inserire Pereira, mentre nella Fiorentina Sanchez subentra a Badelj (ammonito poco prima di uscire dal campo).

La formazione gigliata si rende pericolosa con un cross rasoterra di Ilicic non intercettato da Pereira: anche Skriniar buca l’intervento, ma fortunatamente gli avversari non trovano il tempo per deviarla quel tanto che basta per mandarla in porta. Al 30’ Puggioni si supera con una parata decisiva su calcio d’angolo e tiene a galla il risultato, così come Barreto poco dopo con un anticipo su Borja Valero. Al 38’ cambio in attacco, con Budimir che sostituisce lo sfinito Muriel. Sousa manda in campo Vecino e toglie Milic.

A tre minuti dalla fine Fernandes taglia tutta l’area di rigore un cross che finisce davanti a Budimir: l’attaccante croato, però, tenta il gol in spaccata senza successo e la Fiorentina può tirare un sospiro di sollievo. Per contro, Silvestre evita la beffa chiudendo il tiro ravvicinato di Valero. Idem per Puggioni nei minuti di recupero, che smanaccia in corner sul colpo di testa di Kalinic. Ammonito anche Pereira nel finale. Praet all’ultima azione spara un destro da fuori che illude i tifosi ospiti di poterla vincere, ma Tatarusanu è attento e riesce a respingere.

Rizzoli fischia tre volte e al “Franchi” le due squadre si dividono la posta in palio, giocando una bella partita a ritmi alti e creando molte occasioni. Prestazione incoraggiante per i blucerchiati!