Galeone: «La Sampdoria gioca bene e non si arrende mai. Su Muriel…»

Muriel
© foto www.imagephotoagency.it

Giovanni Galeone dice la sua sul match di questa sera fra Napoli e Sampdoria: «Se il Napoli gioca da Napoli ce ne sarà per pochi, ma la Samp non si arrende mai. Muriel? Mentalmente mi è sembrato un po’ menefreghista»

Mancano ormai poche ore alla prima partita della Sampdoria in questo 2017. A Napoli la truppa di Giampaolo va in cerca dei primi punti del nuovo anno, ma si troverà di fronte una squadra, come quella di Sarri, in ottima forma soprattutto per quanto riguarda il reparto offensivo che, a discapito di un Milik ancora infortunato e di un Gabbiadini che non ha convinto, ha trovato un Mertens in versione deluxe, arrivato già a quota 11 marcature in campionato. Da parte sua, la Samp potrà fare la propria gara senza eccessive pressioni, pressioni che potrebbero invece avere gli Azzurri vista la caccia al secondo posto, momentaneamente occupato dalla Roma.
GALEONE DIXIT – A dare le proprie impressioni sull’incontro che andrà in scena questa sera è stato anche, fra gli altri, Giovanni Galeone. Sulle frequenze di Radio Kiss Kiss l’ex-allenatore ha esternato le proprie impressioni su entrambe le formazioni, parlando anche dell’attaccante blucerchiato Luis Muriel: «La Sampdoria gioca bene, come tutte le formazioni di Giampaolo, si è visto anche ad Empoli: adesso che è alla Samp può contare su giocatori tecnicamente superiori, i pericoli per la difesa del Napoli verranno specialmente da Muriel e Quagliarella. Il colombiano ha grande velocità e diverse soluzioni. Cinque anni fa lo vidi ad Udine e pensai che avrebbe potuto avere un grande futuro, ma poi da un punto di vista mentale si è mostrato un po’ leggerino e menefreghista. Come andrà stasera? La Sampdoria non si arrende mai e in alcune partite recupera il risultato nei minuti finali. Ma se il Napoli continuerà a fare il Napoli, ce ne sarà per pochi, anche in Champions».