Gasperini: «Sampdoria chiusa e fisica, è stata una battaglia»

gasperini atalanta
© foto www.imagephotoagency.it

Gasperini commenta la vittoria dell’Atalanta contro la Sampdoria: le parole del tecnico nerazzurro ai microfoni di Sky Sport

Gian Piero Gasperini, allenatore dell’Atalanta, ha commentato il successo ottenuto contro la Sampdoria ai microfoni di Sky Sport. Queste le parole del tecnico nerazzurro:

SCUDETTO – «La parola scudetto non può ronzare, è nelle mani della Juventus. È una squadra più forte. Andiamo un pezzo alla volta, ora cerchiamo la matematica per la Champions League. Vedo che anche Roma, Napoli e Milan stanno facendo grandi cose. Il nostro obiettivo è questo. Poi proveremo di arrivare davanti all’Inter e alla Lazio. Ma l’obiettivo grande è quello della Champions».

FATICA – «Non abbiamo mandato messaggi alla Juventus, ce lo siamo mandati a noi stessi. Sapevamo che sarebbe stato difficile, la Sampdoria è venuta qui chiusa e con giocatori fisici. Stanno bene atleticamente. Quindi è stata una battaglia. Siamo stati bravi, perché questo tipo di partite rischi di giocarle con il fioretto. Noi ci siamo adattati al loro gioco e siamo venuti molto bene fuori nel secondo tempo».

SOTTOVALUTATO – «Sono molto felice della nostra carriera. Per la maggior parte delle situazioni è andato molto bene. Anche gli anni a Genova, sono stato in una società che ha raccolto i migliori campionati della sua storia nel dopoguerra. Qui all’Atalanta sto vivendo degli anni intensi, sono particolarmente felice perché stiamo riuscendo a vincere in tanti modi diversi».

MATURITA‘ – «Indubbiamente è dovuto all’esperienza di tante gare giocate assieme. Questa squadra è da due anni che è sempre la stessa, abbiamo aggiunto Muriel e Malinovski. Questo ci ha dato la possibilità di interpretare le partite in tanti momenti e questo è un indice di forza. Anche stasera, dovevamo evitare il pressing della Sampdoria e siamo riusciti a farlo con qualità. Nel secondo tempo credo che abbiamo fatto veramente bene».

BERGAMO – «Nessuno nuovo ricoverato in ospedale per Coronavirus? Questo è il più bel gol. TUtto quello che è successo qui ha compattato la squadra, l’ambiente. È stata una tragedia che ci ha coinvolto, ma ci ha dato la forza di reagire e di rinascere. Sicuramete è una forza e sarà ancora più forte nella Champions perché ce lo porteremo in Europa. Dopo questa ripartenza è un valore aggiunto».

SORTEGGI – «Ho cancellato, perché non ci azzecco mai, quali sono le nostre possibili avversarie. La sensazione è di prendere una di quelle vincenti che devono ancora giocare».