Gastaldello: «La Sampdoria mi è rimasta dentro» – VIDEO

Daniele Gastaldello, ex capitano della Sampdoria, ringrazia tutto l’ambiente blucerchiato dopo l’ultima partita della sua carriera

Daniele Gastaldello, ex capitano della Sampdoria, parla ai microfoni del media ufficiale doriano al termine della gara giocata al Rigamonti di Brescia.

DESTINO – «Il destino ha voluto che la mia ultima partita da calciatore fosse proprio con la Sampdoria. Per me è stata una partita particolare, piena di emozioni. Sono contento e orgoglioso di quello che ho fatto qui, alla Sampdoria e ovunque ho giocato. Adesso basta, inizia una nuova carriera e ripartiamo da zero».

SAMPDORIA – «La Sampdoria è stato il periodo più lungo e che mi ha dato più soddisfazione in carriera. Mi ha dato anche qualche delusione, ma il calcio è questo. Ho dato tanto alla Sampdoria e gli anni che ho fatto lì mi resteranno dentro. Vivo anche con grande gioia i ricordi. Sono molto riconoscente alla Sampdoria: ho fatto otto anni in questa società, sono arrivato in Champions League e ho vestito la maglia della nazionale. Quest’ultima partita non è capitata a caso».

FUTURO – «Ora faccio quindici giorni di vacanze e poi riparto. Sto studiando da allenatore, resterò qui a Brescia. Inizierò questo percorso da zero e dovrò imparare molto. Porterò la mia esperienza da giocatore, ma per fare l’allenatore ci vuole altro».

ABBRACCIO – «Mando un abbraccio ai tifosi della Sampdoria, ormai sono cinque anni che sono andato via, ma loro restano dentro di me. Le emozioni che ho vissuto lì non le dimenticherò mai e una parte di me è rimasta lì a Genova».