Genoa-Sampdoria, le pagelle: Zapata straripante, Torreira infaticabile

Sampdoria streaming
© foto Valentina Martini

Genova resta blucerchiata grazie alle reti di Ramirez e di Quagliarella: ma è l’intero collettivo a esaltarsi nel Derby della Lanterna

Viviano 6: Nel primo tempo è chiamato solo a deviare la conclusione di Rosi sulla traversa. Per il resto ordinaria amministrazione che non lo costringe a straordinari. All’80’ concede un angolo abbastanza ingenuo, ma non ne viene inficiata la valutazione.

Bereszkynski 6: Con Laxalt impegnato su Ramirez, ha molto spazio sulla sua fascia di competenza e affonda spesso verso l’area di rigore, anche se non sempre con molta precisione. In copertura ci mette tutto se stesso.

Ferrari 6,5: A parte il fallo che gli vale l’ammonizione, nel primo tempo dimostra un tempismo eccezionale, soprattutto quando al 40′ ferma Lapadula in scivolata. Nella ripresa conferma un ritmo perfetto con Silvestre.

Silvestre 6,5: Perennemente ultimo uomo della difesa, sempre molto attento nei suoi interventi, anche e soprattutto con il supporto di Viviano quando superato in velocità. In scivolata riesce ad anticipare praticamente qualsiasi cosa.

Strinic 6,5: Tende a giocare molto alto per tutto il primo tempo e rischia di farsi infilare da Rosi e Rigoni, ma dà tantissimo e corre per tutta la fascia quasi come un tornante vecchio stile pur di fare ottimamente entrambe le fasi.

Torreira 7: In mezzo al campo è sicuramente il migliore dei suoi. Intercetta tantissimi palloni e riesce sempre a far ripartire l’azione, spesso concedendosi anche dei dribbling precisi e mai inopportuni.

Linetty 6,5: Gli manca soltanto il gol, che nel finale potrebbe anche arrivare, ma per il resto la prestazione è più che positiva, come ci ha abituato di recente. Lotta su qualsiasi pallone possibile e non smette mai di mordere le caviglie avversarie.

Praet 7: Imbrigliato nelle linee del centrocampo genoano non trova la sua miglior prestazione, ma ciò non diminuisce la qualità del gioco che propone. Con l’uscita di Ramirez, così come per Linetty, ha più licenza di avanzare e creare, ma in area di rigore ci arriva soltanto nella prima frazione. (dal 75′ Alvarez s.v.)

Ramirez 7: La sua è una rete bellissima, non tanto per le fattezze quanto per la caparbietà nel resistere ai contrasti della difesa genoana. Per il resto della sua gara è sempre attento in fase di costruzione e in fase di rottura. (Dal 60′ Barreto 6,5: ha un’ottima palla per chiudere la partita poco dopo esser entrato, ma il tiro non è il suo forte. In fase difensiva è molto attento e dà la densità giusta a una mediana stremata dalle fatiche del derby).

Quagliarella 7: Con Izzo è un duello nel quale tutto è concesso e lui non si tira mai indietro. Nel secondo tempo ha la palla per chiudere la gara, ma prende l’esterno della difesa: poco dopo, però, a porta vuota non può sbagliare e corona un’ottima prestazione.

Zapata 7,5: Con gli spazi stretti della prima frazione non riesce a far valere la propria esplosività delle gambe, ma agendo da torre e di sponda è comunque utile, come nell’assist dell’1-0 di Ramirez e nel 2-0 a Quagliarella. Nella ripresa affonda maggiormente, soprattutto su Rossettini, e sfoga tutta la grinta repressa della prima frazione (dall’86’ Caprari s.v.)