Giampaolo si gode la sua difesa: è la migliore della Serie A

audero sampdoria
© foto Mg Genova 22/09/2018 - campionato di calcio serie A / Sampdoria-Inter / foto Matteo Gribaudi/Image nella foto: Emil Audero

L’inizio di stagione della difesa della Sampdoria è da applausi: con soli tre gol subiti è la meno battuta del campionato

Ci sono momenti, e soprattutto partite, in cui la Sampdoria sembra essere la personificazione della famosa legge di Murphy. Se qualcosa può andare storto, allora sicuramente lo farà, come dire: se la Sampdoria – pur facendo un ottimo secondo tempo, colpendo due legni e procurandosi un rigore allo scadere – può non vincere a Cagliari, sicuramente non lo farà. Detto fatto, i blucerchiati ieri sera hanno sprecato grosse occasioni da rete, e il rifermento va – oltre al pessimo rigore calciato da Dawid Kownacki – alla traversa colta da Gregorie Defrel su cross di Edgar Barreto: sarebbe stato un gol-fotocopia di quello segnato da Fabio Quagliarella a Frosinone, sintomo del fatto che i meccanismi offensivi iniziano a funzionare a dovere.

C’è però un aspetto positivo che non va assolutamente trascurato: la Sampdoria non subisce gol. Se lo scorso anno i blucerchiati hanno avuto proprio nelle troppe reti subite – ben sessanta – il tallone d’Achille che ha reso troppo amare alcune sconfitte e che, a conti fatti, ha impedito loro di lottare fino alla fine per l’Europa League, in questa stagione la musica sembra cambiata. Certo, sei partite sono ancora poche per poter giudicare l’operato del reparto difensivo, ma l’aver puntato su un portiere di prospettiva come Emil Audero, la promozione a titolare di Joachim Andersen, l’arrivo di Omar Colley e Lorenzo Tonelli e la crescita di Nicola Murru, oltre alla conferma di Bartosz Bereszynski, hanno dato solidità al pacchetto arretrato.

La possibilità di ruotare tre centrali di grande affidabilità, per il tecnico doriano Marco Giampaolo, è una delle chiavi di volta che ha reso la difesa un bunker, o quasi. Non va dimenticato che la Samp ha già giocato contro tre squadre che fanno della capacità offensiva uno dei loro maggiori punti di forza – Napoli, Fiorentina e Inter -, subendo solo una rete per match. Attualmente i blucerchiati guidano la classifica delle difese meno battute della Serie A con soli tre gol presi, davanti a Juventus e Spal – quattro reti incassate. Se è vero, come spesso si dice, che una squadra si costruisce a partire dalla difesa, i tifosi blucerchiati hanno ottimi motivi per guardare a questo campionato con ottimismo.

Articolo precedente
Sampdoria infortunatiLa mente è pronta per la Spal, ma il corpo? Il punto sugli infortunati
Prossimo articolo
kownacki sampdoriaKownacki sbaglia il rigore: la Samp lo rincuora così