Connettiti con noi

News

I più famosi casinò francesi: la guida turistica completa

Pubblicato

su

La Francia: difficile immaginare una nazione tanto ricca di fascino, romanticismo, buona cucina e possibilità di intrattenimento, in ogni sua forma.

Un viaggio oltre i suoi confini non può che regalare delle esperienze degne di essere ricordate: dai migliori ristoranti di Parigi, passando per le sale da gioco della Costa Azzurra, ogni cosa sembra essere pensata per entrare nel cuore del viaggiatore.

I casinò di Nizza e della Costa Azzurra

Un tour immaginario delle migliori sale da gioco francesi non può che prendere il via dalla Costa azzurra e dal suo fiore all’occhiello, Nizza. Questa è la quinta città francese per numero d’abitanti, ma sale al secondo posto per il peso delle sue attività turistiche e alberghiere. Questo dato non è casuale, se si tiene presente la grandezza dei suoi casinò, che certamente contribuiscono all’economia cittadina, attirando turisti da tutta la zona (e anche oltre).

Lungo uno dei viali principali della città di Nizza, la Promenade des Anglais, si trova il Casinò Barriere Le Ruhl, appartenente dunque alla nota catena di casinò Barriere (che detiene il controllo di gran parte dei casinò più prestigiosi della Francia e della vicina Svizzera) e posizionato strategicamente nel cuore della movida locale, garantendosi così un maggior flusso di visite nel suo orario di apertura (dalle 9 alle 4 del mattino). Le sue dimensioni sono ragguardevoli, tali da ospitare ben 282 macchinette e 19 tavoli da gioco, con una notevole varietà per il giocatore (che può scegliere tra Poker Texas Hold’em, Blackjack e Roulette). Se non li si dovessero conoscere tutti,  grazie ad alcuni bonus casino aggiornati al 2022 gratuiti e online, è possibile testate i giochi prima di farli dal vivo. 

Leggermente più defilato, ma sempre lungo la stessa Promenade del Casinò Le Ruhl, si trova il Casinò du Palais de la Mediterranée, con 199 slot machine disponibili dalle 10 del mattino alle 3 di notte. Colazione e stuzzichini vengono offerti direttamente dal casinò, testimoniando l’attenzione che queste sale da gioco riservano all’esperienza offerta al giocatore (che va molto al di là dell’intrattenimento garantito dalle sole slot e dai soli tavoli verdi). Spiccano, in questo casinò, il Megapot Partouche, un jackpot progressivo alimentato dalle puntate ad alcune specifiche slot machine, e una roulette elettronica a 20 postazioni, per altrettanti giocatori.

Il casinò di Mentone, più vicino al confine italiano, invece, appartiene alla catena Barriere. La sua offerta di slot e tavoli rispetta in pieno gli elevati standard della Costa Azzurra, così come quella della sala da gioco della vicina località Beaulieu sur Mer: questo nome può suonare meno noto rispetto a quello di Nizza e Mentone, ma in realtà fa riferimento a una delle zone più esclusive della costa. Una visita in queste due località – tra l’altro di passaggio, se la propria meta è Nizza – è dunque d’obbligo.

Cannes e Parigi

Sono certamente degni di nota i casinò delle città di Cannes e Parigi. Iniziando da Cannes, il viaggiatore andrà incontro alla piacevole scoperta di una città spesso associata solo ed esclusivamente al mondo del cinema, e che in realtà può offrire esperienze interessanti anche a chi voglia sperimentare una o due puntate al casinò. Nel cuore della cittadina, infatti, si trovano ben tre casinò: dal casinò Palm Beach al Barriere Les Princes, passando per il casinò le Croisette, l’offerta di macchinette e tavoli da gioco cresce incredibilmente lungo tutta la zona del festival del cinema. Palm Beach, nello specifico, ha un’offerta fissa di 75 macchinette, cui si sommano dai 9 ai 24 tavoli da gioco, in base alla stagione in cui ci si trova.

Per quel che riguarda Parigi, invece, va segnalato che la zona è stata interessata da importanti chiusure che hanno fortemente limitato il numero di casinò ancora operativi. Tra questi, tuttavia, si distingue certamente il casinò Enghien Les Bains, dalle dimensioni eccezionali. La sua offerta raggiunge le 500 macchinette e i 43 tavoli da gioco, distinguendosi e imponendosi dunque su tutta la Francia. Tuttavia, il casinò spicca anche per essere l’unico, tra quelli nominati, a richiedere il pagamento di un biglietto all’ingresso, il cui prezzo varia in base al giorno e all’ora (aumentando ovviamente nelle fasce più calde e affollate della settimana).